Tsunami Gratteri a Vibo, colpita la politica: in carcere Gianluca Callipo. Ai domiciliari Lo Bianco, De Filippis e Giamborino

Sono tutti coinvolti nello tsunami messo a segno dal Ros e dalla Dda che ha disarticolato le cosche del Vibonese

Uno tsunami mai visto sul territorio vibonese. Imprenditori, politici ed esponenti della criminalità organizzata sono finiti in carcere o ai domiciliari a seguito del blitz che nella notte ha portato i carabinieri del Ros su input della Dda di Catanzaro guidata dal procuratore Nicola Gratteri ad eseguire 334 misure cautelari. Tra questi, alcuni personaggi di primissimo piano nella realtà cittadina e provinciale. Si tratta di Gianluca Callipo, sindaco di Pizzo Calabro e presidente dell’Anci in Calabria, finito questa notte in carcere. Callipo è stato candidato alle Primarie del centrosinistra cinque anni addietro dai renziani. Venne battuto in quella circostanza dall’attuale governatore Mario Oliverio. E’ sindaco di Pizzo da due consiliature e presidente regionale dell’Anci.




Tra i politici indagati anche Pietro Giamborino, ex consigliere regionale della frazione Piscopio di Vibo Valentia, nel consiglio di amministrazione di Vibo Sviluppo fino a poco tempo addietro quando rimase coinvolto in una indagine per peculato. Giamborino, vicinissimo a Nicola Adamo ed attualmente sulle posizioni del presidente della Regione Mario Oliverio, ha occupato lo scranno di palazzo Campanella tra il 2005 e il 2010 e successivamente tra il 2013 e il 2014. In precedenza era stato consigliere comunale della città capoluogo. Giamborino è stato esponente di primo piano della Margherita e poi del Pd, partito dal quale si era allontanato in polemica con i vertici provinciali, dopo l’ultimo congresso provinciale.

Anche un insospettabile tra gli indagati: si tratta di Vincenzo De Filippis, con un lungo passato di militanza a destra, prima nel Msi poi in Alleanza Nazionale. De Filippis, assessore all’Ambiente per pochi mesi nell’esecutivo guidato da Elio Costa, nel 2015, dopo aver ricoperto nelle precedenti consiliature il ruolo di consigliere comunale si dimise dalla sua carica, esattamente 4 anni addietro, in polemica con gli uffici di palazzo Luigi Razza. Successivamente, è stato candidato alla Camera dei deputati con la lista Civica Popolare di Beatrice Lorenzin, senza risultare eletto. Da quanto si apprende si trova agli arresti domiciliari.

Nella rete della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro è finito anche Alfredo Lo Bianco, attuale consigliere comunale del Partito democratico  che si trova agli arresti domiciliari. Lo Bianco si candidò per la prima volta nel 2015 e venne eletto in una lista civica. Nella scorsa tornata elettorale ha riproposto con successo la sua candidatura e si trova attualmente seduto tra i banchi dell’opposizione in quota dem.

ESCLUSIVO | Le immagini della cattura del super boss Luigi Mancuso in treno (VIDEO)

LEGGI ANCHE | Operazione “Rinascita-Scott”, le contestazioni mosse al comandante dei vigili urbani Filippo Nesci

Omicidio Gangitano, ucciso dall’ex boss Andrea Mantella perché omosessuale

Ndrangheta e massoneria a Vibo, indagato anche Ugo Bellantoni

Ndrangheta nel Vibonese, luce su duplice omicidio del 1996: due indagati per lupara bianca

Scacco matto alla ‘ndrangheta, ricostruita la mappa del “crimine” a Vibo e nel Vibonese (VIDEO)

Il pranzo tra Luigi Mancuso e Giancarlo Pittelli, la paura di essere intercettati

‘Ndrangheta senza limiti a Vibo, dal business dei migranti alla ristrutturazione delle cappelle nel cimitero

La strategia “pacifista” di Luigi Mancuso in rotta di collisione con le “nuove leve” di Vibo

Le mani della ‘ndrangheta sulle assunzioni all’ospedale di Vibo e la poliziotta infedele

I “pizzini” dell’avvocato Stilo ai sodali in carcere e i favori dell’impiegato in Tribunale

Terremoto giudiziario a Vibo, Gratteri: “‘Ndrangheta di serie A con professionisti organici alle cosche”

La rivoluzione di Gratteri: “Smonteremo la Calabria come un treno dei Lego e la rimonteremo”

Tsunami Gratteri, rasa al suolo la ‘ndrangheta vibonese: 334 misure cautelari (VIDEO)

Tsunami Gratteri a Vibo, colpita la politica: in carcere Gianluca Callipo. Ai domiciliari Lo Bianco, De Filippis e Giamborino

‘Ndrangheta nel Vibonese, l’elenco completo dei 416 indagati dell’operazione “Rinascita Scott”

Il “Sistema Pizzo” e le accuse della Dda al sindaco Callipo e al comandante dei vigili

 ‘Ndrangheta e politica a Vibo, la Dda: “Giamborino prendeva voti dai clan ed era a loro disposizione”

Tsunami Gratteri, nella rete della Dda di Catanzaro finisce il noto penalista Pittelli

Tsunami giudiziario nel Vibonese, l’elenco delle società sequestrate

Tsunami giudiziario nel Vibonese, ecco le 260 persone finite in carcere (NOMI)

Tsunami giudiziario nel Vibonese, in 73 finiscono agli arresti domiciliari (NOMI)

Tsunami Gratteri a Vibo: arrestati boss, politici, imprenditori e avvocati (NOMI-VIDEO)

Scacco alla ndrangheta del Vibonese, ricostruiti dalla Dda quattro omicidi

Ndrangheta e politica a braccetto, ecco come funzionava il Sistema-Vibo