‘Ndrangheta e massoneria a Vibo, indagato anche Ugo Bellantoni

E’ considerato esponente di primo piano del Grande Oriente d’Italia. Il gip: “Utilizzava la sua rete di amicizie a favore delle cosche”

Non solo colletti bianchi, imprenditori, professionisti, politici. Al servizio delle cosche c’erano anche appartenenti alla massoneria, “di riferimento – scrive il giudice Barbara Saccà – per la risoluzione dei problemi dell’organizzazione”. Tra gli indagati spicca il nome di Ugo Bellantoni, classe 1936, di Vibo Valentia, esponente di primissimo piano della massoneria vibonese e non solo, gran maestro aggiunto di Palazzo Giustiniani ed ex responsabile dell’Ufficio tecnico comunale.

In particolare, si legge nell’ordinanza del gip del Tribunale di Catanzaro sulla richiesta di applicazione delle misure cautelari, Bellantoni ‘come concorrente ‘esterno’, “utilizzava a favore della consorteria e metteva a disposizione degli associati il proprio rilevante patrimonio di conoscenze e di rapporti privilegiati e la conseguente solida ed affidabile rete di contatti (alla quale poteva ricorrere in quanto esponente di rilievo della massoneria vibonese), con particolare riferimento a politici, professionisti privati e dipendenti pubblici, operanti in diversi settori lavorativi ma tutti orbitanti nel medesimo contesto massonico”. Secondo l’ipotesi accusatoria Bellantoni avrebbe fornito all’organizzazione mafiosa “un contributo causale determinante alla realizzazione, almeno parziale, del programma criminoso dell’organizzazione delinquenziale”.

ESCLUSIVO | Le immagini della cattura del super boss Luigi Mancuso in treno (VIDEO)

LEGGI ANCHE | Operazione “Rinascita-Scott”, le contestazioni mosse al comandante dei vigili urbani Filippo Nesci

Omicidio Gangitano, ucciso dall’ex boss Andrea Mantella perché omosessuale

Ndrangheta e massoneria a Vibo, indagato anche Ugo Bellantoni

Ndrangheta nel Vibonese, luce su duplice omicidio del 1996: due indagati per lupara bianca

Scacco matto alla ‘ndrangheta, ricostruita la mappa del “crimine” a Vibo e nel Vibonese (VIDEO)

Il pranzo tra Luigi Mancuso e Giancarlo Pittelli, la paura di essere intercettati

‘Ndrangheta senza limiti a Vibo, dal business dei migranti alla ristrutturazione delle cappelle nel cimitero

La strategia “pacifista” di Luigi Mancuso in rotta di collisione con le “nuove leve” di Vibo

Le mani della ‘ndrangheta sulle assunzioni all’ospedale di Vibo e la poliziotta infedele

I “pizzini” dell’avvocato Stilo ai sodali in carcere e i favori dell’impiegato in Tribunale

Terremoto giudiziario a Vibo, Gratteri: “‘Ndrangheta di serie A con professionisti organici alle cosche”

La rivoluzione di Gratteri: “Smonteremo la Calabria come un treno dei Lego e la rimonteremo”

Tsunami Gratteri, rasa al suolo la ‘ndrangheta vibonese: 334 misure cautelari (VIDEO)

Tsunami Gratteri a Vibo, colpita la politica: in carcere Gianluca Callipo. Ai domiciliari Lo Bianco, De Filippis e Giamborino

‘Ndrangheta nel Vibonese, l’elenco completo dei 416 indagati dell’operazione “Rinascita Scott”

Il “Sistema Pizzo” e le accuse della Dda al sindaco Callipo e al comandante dei vigili

 ‘Ndrangheta e politica a Vibo, la Dda: “Giamborino prendeva voti dai clan ed era a loro disposizione”

Tsunami Gratteri, nella rete della Dda di Catanzaro finisce il noto penalista Pittelli

Tsunami giudiziario nel Vibonese, l’elenco delle società sequestrate

Tsunami giudiziario nel Vibonese, ecco le 260 persone finite in carcere (NOMI)

Tsunami giudiziario nel Vibonese, in 73 finiscono agli arresti domiciliari (NOMI)

Tsunami Gratteri a Vibo: arrestati boss, politici, imprenditori e avvocati (NOMI-VIDEO)

Scacco alla ndrangheta del Vibonese, ricostruiti dalla Dda quattro omicidi

Ndrangheta e politica a braccetto, ecco come funzionava il Sistema-Vibo