Traffico di droga e riciclaggio di denaro da conti correnti hackerati, 18 arresti in Calabria (VIDEO)

Disarticolate due diverse organizzazioni criminali: una riforniva i locali delle movida reggina, l’altra riciclava denaro dopo aver frodato quasi 200 correntisti

È in corso dalle prime ore di questa mattina un’operazione dei Carabinieri a Reggio Calabria ed in altre città italiane, coordinata dalla Procura reggina, in esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare a carico di 18 persone, ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di droga, riciclaggio e detenzione illegale di armi.




Le indagini hanno accertato l’operatività di due organizzazioni criminali, una operante nel traffico di droga destinata al mercato del capoluogo calabrese, con predilezione per i locali della movida reggina, l’altra attiva nel riciclaggio dei proventi illeciti realizzati attraverso l’acquisizione fraudolenta delle credenziali di accesso da quasi 200 correntisti convinti di essere contattati dalla propria banca.

Le due indagini sono accomunate dal sistema prevalente utilizzato per riciclare il denaro, attraverso terzi compiacenti (oltre 100 identificati) che, in cambio di piccole somme, mettevano a disposizione dell’organizzazione rapporti di conto corrente a proprio nome dove far confluire i proventi dello spaccio o indirizzare i bonifici disposti illegalmente. I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che il Procuratore di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri, terrà alle ore 10.30 presso il Comando Provinciale Carabinieri reggino.

LEGGI ANCHE | Svuotavano i conti correnti inviando una semplice mail, cinque arresti. C’è anche un vibonese (NOMI)

LEGGI ANCHE | Rifornivano di droga la movida reggina, a capo della rete di spaccio c’era un vibonese (VIDEO)