Installata tartaruga mangiaplastica a Catanzaro Lido

L’opera “Caretta Caretta” dal valore artistico e ambientale è stata realizzata dall’artista Nuccio Loreti su iniziativa di Vitambiente

Un’installazione a metà tra l’arte e l’impegno sociale. Questo l’obiettivo dell’Associazione Vitambiente presieduta da Pietro Marino, con l’installazione di “Caretta Caretta”, un’opera d’arte dal forte impatto sociale e ambientale, realizzata dall’artista Nuccio Loreti, disvelata al pubblico ieri, domenica 25 luglio, nel quartiere marinaro di Catanzaro. “Caretta Caretta” altro non è, infatti, che un enorme contenitore “mangia plastica”: realizzare una “mission” ambientale e sociale destinata alla collettività, per tramite dell’arte, è quanto ha voluto fare Vitambiente che, dopo una prima installazione sul Lungomare di Catanzaro Lido (Loc. Giovino), si impegna a volerne promuovere la diffusione agli altri comuni del litorale, lanciando così contestualmente una campagna di sensibilizzazione ed una “sfida” ecologica alle altre località del comprensorio a volersi impegnare nell’attuazione della raccolta differenziata dei dannosissimi materiali plastici e derivati, specie sulle nostre coste.

Non a caso la specie che l’artista Loreti, specializzato nell’arte del ferro con materiali di recupero che si trasformano in straordinari esemplari animali, ha voluto questa volta rappresentare è quella delle tartarughe marine: la Tartaruga marina (Caretta caretta) è una delle più grandi tartarughe viventi, è una specie rarissima protetta a livello internazionale; è una nuotatrice solitaria in grado di restare in immersione senza respirare anche per diverse ore, e da diversi anni ormai nidifica costantemente sulle nostre coste. E’ consueto infatti che durante il periodo estivo alcuni esemplari adulti vengano avvistati sulle spiagge calabresi ove probabilmente hanno nidificato o stanno per farlo. Per garantire la loro protezione è attualmente in corso il monitoraggio e la raccolta delle segnalazioni di possibile nidificazione da parte di Vitambiente, grazie alla collaborazione di volontari e dei gestori di lidi che si stanno mobilitando per verificare la presenza della specie sulle nostre spiagge. La motivazione prioritaria dell’installazione dell’artista Nuccio Loreti con Vitambiente si incentra proprio sull’importanza del rispetto dell’ambiente e della flora e della fauna, in questo caso la fauna marina.