Quali sono i settori in crescita negli ultimi anni.

In alcuni recenti studi condotti da Linkedin, la nota piattaforma pensata per il mondo del lavoro, sono emersi interessanti dati che hanno dato maggiore contezza circa le professioni di maggior tendenza durante quest’ultimo periodo, in particolare da aprile a ottobre del 2020.

Tra le varie informazioni, vengono elencate le competenze maggiormente ricercate da aziende e recruiters e, correlati ad esse, i campi lavorativi con maggiori opportunità per chi ricerca occupazione.

L’obiettivo ovviamente è aiutare i disoccupati (il cui indice si è visto purtroppo in crescita) a rendersi più appetibili nel mondo del lavoro, dando loro spunti importanti sulle nuove esigenze emergenti così da poter valutare anche l’idea di ampliare conoscenze e/o competenze.

Ma quali sono le professioni e i relativi settori che hanno riscosso in questo periodo – senz’altro difficile – un maggior successo?

Il settore tecnologico

A onor del vero bisogna sottolineare che ultimamente la quotidianità delle persone è cambiata moltissimo e se ne ha la prova con il massiccio aumento dell’utilizzo di Internet anche in contesti in cui non si era abituati a utilizzarlo. Ciò si è ripercosso automaticamente in un aumento considerevole delle professioni che hanno a che fare con le competenze informatiche e tecnologiche. Tale categoria lavorativamente parlando è stata fondamentale nei mesi presi in considerazione nello studio, in quanto ha permesso la digitalizzazione di imprese e attività professionali che in passato venivano svolte unicamente “in presenza”.

Da tempo infatti si parla di “transizione digitale”, senza però mai aver avuto una vera e propria svolta in questo senso. In Italia infatti erano molte le realtà in cui le competenze in ambito tecnologico e digitale scarseggiavano. Nel 2020 invece le nuove esigenze e necessità emerse in tutto il mondo hanno accelerato questo processo, facendo sì che si ricorresse alla soluzione dello smart working per non bloccare del tutto le molteplici attività che caratterizzano una società.

E così, tra le professioni che hanno visto un vero e proprio boom, spiccano quelle in ambito assistenziale, di programmazione e di sicurezza informatica.

Il gaming online

Strettamente collegato al settore IT, vi è quello del online gaming e dell’online gambling. In realtà tale comparto ha visto un enorme successo già da diversi anni. Che si tratti di competizioni sportive online (i cosiddetti E-Sports) o un semplice passatempo tramite app di gioco su dispositivi mobili, il fenomeno ha visto nel 2020 un anno ancor più florido, caratterizzato da un’impennata di nuovi utenti e maggiore traffico tra quelli già registrati.

Tra le varie categorie, particolarmente fortunata è stata quella del gambling, dove tra slot machine, partite a poker e a blackjack, gli utenti hanno trovato divertimento e svago comodamente dal proprio divano di casa. Anche le console hanno avuto molto successo, specialmente tra i più giovani.

Il settore sanitario

Altro settore che è stato un po’ il protagonista di quest’ultimo periodo è quello medico. Com’era infatti prevedibile, si è vista una vera e propria impennata delle professioni ad essa correlata ed impegnate in prima linea nelle terapie intensive, nella ricerca e nei vari reparti ospedalieri.

Il marketing online

Ritornando al mondo online, altro grande settore che ha registrato un enorme successo è stato quello dell’online marketing. Tra le professioni più di tendenza spiccano infatti gli esperti di digital e predictive marketing, social media manager e esperti di creazione di contenuti online.

Da anni infatti ormai i social fanno parte della quotidianità delle persone, tanto che difficilmente si riuscirebbe a immaginare un mondo senza di essi. Dato il grande impatto che hanno avuto – e che continueranno ad avere – sugli individui e le loro scelte di consumo, sempre più aziende hanno pensato di pubblicizzare i propri prodotti e servizi online e ad investire sempre più sulla presenza in rete e nella creazione di e-commerce.

Settore finanziario

Soprattutto nell’ultimo anno in cui la crisi economica si è estesa e ha impattato un po’ ovunque, le attività correlate al settore finanziario hanno visto una crescita sensibile.

Si tratta di professioni quali consulenti bancari, gestori di investimenti e anche semplici contabili. Tra le competenze che emergono maggiormente vi è soprattutto quella nella gestione del rischio di credito e a ciò non deve mancare una profonda conoscenza dei mercati finanziari.

Insomma, appare chiaro come nuove sfide abbiano messo duramente alla prova individui e imprese, ma i segnali di sviluppo emersi dagli studi recenti fanno ben sperare nel futuro e nella resilienza della società.