Coronavirus, nuove ordinanze: Calabria rimane “zona arancione”

Solo cinque le regioni in cui non migliora la situazione epidemiologica e per questo non cambiano “colore”: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte

Come ogni venerdì, ieri è stato il giorno dei cambi di colore delle regioni (zona gialla, arancione e rossa). Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato tre nuove ordinanze: una prima per rinnovare le misure restrittive vigenti relative alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte. La Calabria rimane, quindi, “zona arancione”. Anche considerato il rapporto dell’Istituto superiore di Sanità che la considera uno dei pochi territori “a rischio alto” (ne abbiamo parlato QUI).

Con la seconda ordinanza, invece, le regioni Campania, Toscana, Valle D’Aosta e la Provincia Autonoma di Bolzano passano da area rossa ad area arancione. Con la terza, infine, le regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria passano da area arancione ad area gialla. Le ordinanze saranno in vigore da domenica 6 dicembre.