“La mafia si combatte con la cultura” (VIDEO SERVIZIO)

Gli studenti, i giovani non vogliono lasciare la loro terra per andare a trovare un giorno lavoro altrove, convinti che Gratteri e la sua squadra siano un esempio da seguire

“La mafia non si combatte con la pistola ma con la cultura. Se proprio volete cancellare qualcosa iniziate con la mafia”. Sono solo alcune delle parole incise sugli striscioni che gli studenti calabresi hanno sbandierato durante la manifestazione pro Gratteri e dei suoi magistrati. Non vogliono lasciare la loro terra per trovare lavoro altrove e credono che il procuratore capo della Repubblica di Catanzaro sia l’esempio da seguire per coltivare e far crescere in Calabria la cultura alla legalità. GUARDA IL VIDEO SERVIZIO

LEGGI ANCHE | Le forze sane in Piazza per Gratteri: “Siamo con te” (VIDEO SERVIZIO)

LEGGI ANCHE | La politica sostiene Gratteri: “Faremo la nostra parte” (VIDEO SERVIZIO)

LEGGI ANCHE | Gratteri ai manifestanti: “Senza squadra potrei ben poco” (FOTO)

LEGGI ANCHE | DIRETTA | Tutti con Gratteri contro la “massomafia”, la Calabria scende in piazza a Catanzaro