Blitz della Finanza al Comune di Vibo, perquisizioni ordinate dalla Dda di Catanzaro

E’ firmato dal sostituto procuratore antimafia di Catanzaro Antonio De Bernardo il decreto di acquisizione d’atti notificato al sindaco Maria Limardo

E’ firmato dal sostituto procuratore antimafia di Catanzaro Antonio De Bernardo il decreto di acquisizione d’atti notificato nella mattinata di oggi dalla Guardia di finanza di Vibo Valentia al sindaco Maria Limardo. Si tratta dunque di un’indagine delegata alle Fiamme gialle direttamente dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro guidata dal procuratore Nicola Gratteri.

Per tutta la mattinata i finanzieri hanno perquisito vari uffici di palazzo “Luigi Razza”. Da quanto si apprende nel mirino della Dda sarebbero finiti una serie di settori, tra i quali, quello dei Lavori pubblici con il monitoraggio di una serie di appalti. Gli uffici interessati sono quelli dei Lavori pubblici, dell’Urbanistica, dei Tributi e del Comando della polizia municipale. Nel mirino delle fiamme gialle pure gli uffici della Stazione appaltante.

Il sindaco Maria Limardo si è detta particolarmente amareggiata per quanto sta accadendo: “Stamane mi è stato notificato un decreto di acquisizioni di atti a firma del sostituto Antonio Di Bernardo della Dda. L’augurio è che faccia presto luce su eventuali lati oscuri che riguardano il passato. Noi operiamo ogni giorno nel rispetto delle regole e delle leggi”. La Limardo, si è messa a disposizione dei militari della Guardia di finanza, accompagnandoli nei vari uffici dell’ente.

LEGGI ANCHE | Blitz al Comune di Vibo, gli uffici passati al setaccio dalla Guardia di finanza (VIDEO)