Disco verde del Csm, Camillo Falvo nuovo procuratore di Vibo

Succede al compianto Bruno Giordano e a Mario Spagnuolo, da tempo alla guida della procura di Cosenza. Arriva dalla Dda di Catanzaro

Camillo Falvo, 50 anni, una lunga permanenza alla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, sarà il procuratore della Repubblica di Vibo Valentia. La proposta è stata valutata dalla Quinta sezione del Consiglio superiore della magistratura e nelle prossime settimane il Plenum darà il definitivo via libera al trasferimento a Vibo Valentia. Poco più di una formalità visto il disco verde del Csm all’unanimità. Falvo subentrerà, quindi, al compianto Bruno Giordano, deceduto lo scorso anno, quando era ormai in pensione, all’età di 66 anni. Prima ancora a guidare la procura di Vibo Valentia era stato Mario Spagnuolo, poi divenuto procuratore di Cosenza. In mezzo due facenti funzioni: Michele Sirgiovanni e Filomena Aliberti che continuerà a reggere la Procura fino all’insediamento ufficiale di Falvo.




Il neo procuratore di Vibo era stato nominato consulente della commissione parlamentare antimafia con Marisa Manzini e Giuseppe Lombardo. A lui il compito di rivitalizzare una procura, costretta ad agire su un territorio primo nella graduatoria nazionale degli omicidi e ad altissimo tasso mafioso con reati ordinari che spesso passano sotto traccia e che hanno contribuito ad impoverire ulteriormente il tessuto economico e produttivo locale. Insomma, un’area della Calabria sulla quale vige la legge del silenzio imposta dalla ‘ndrangheta ma anche dai poteri forti, spesso collusi con la pubblica amministrazione. Le aspettative sono enormi, ma indubbiamente la formazione e l’esperienza maturate dal nuovo procuratore lasciano ben sperare! Tra l’altro per lui si tratta di un ritorno in una provincia che conosce molto bene. Da sostituto procuratore della Dda di Catanzaro ha infatti coordinato alcune delle inchieste più importanti sul fronte del contrastato alla ‘ndrangheta nel Vibonese: da Costa Pulita fino alle due operazioni contro il narcotraffico denominate in codice Stammer 1 e Stammer 2.

LEGGI ANCHE | Si realizza il sogno di Gratteri: Falvo procuratore di Vibo e sinergia con la Dda di Catanzaro