Bufera al Comune di Pizzo, Sinistra Italiana gira le spalle al sindaco Gianluca Callipo

Cristina Mazzei rassegna le dimissioni da assessore: “Non potevamo seguire il primo cittadino nella sua virata a destra, ma mai con le opposizioni”

Prima conseguenza sull’amministrazione comunale di Pizzo dopo la decisione del sindaco Gianluca Callipo di virare a destra e annunciare la decisione di sostenere alle prossime regionali la possibile (anche se ancora non sicura) candidatura del forzista e primo cittadino di Cosenza Mario Occhiuto alla carica di presidente della Giunta regionale. Un tira e molla durato diversi mesi ma alla fine Sinistra Italiana ha saltato il fosso, ritirando dall’esecutivo la propria rappresentante, ossia Cristina Mazzei.

Le dimissioni. Cristina Mazzei ha rimesso la delega alla Cultura e smentendo categoricamente le voci secondo le quali la sua scelta è stata dettata da motivi di lavoro. “A questo punto – ha dichiarato la diretta interessata a “il Quotidiano del Sud” – mi sento libera di votare secondo coscienza i singoli provvedimenti di una maggioranza dalla quale da oggi sono svincolata. Pur non sentendomi mai, e in nessun modo, parte dell’attuale minoranza”.

Il rimpasto. Intanto il sindaco Callipo ha già provveduto al rimpasto nominando assessore al posto di Cristina Mazzei, Giorgia Andolfi, con il consigliere Sharon Fanello che scalpita per avere la delega alla Cultura. Insomma, per Callipo, ormai ex enfant prodige del Partito democratico, sono cominciate le prime grane.