Lucarelli contro pubblicità Calabria. «Fatta da peracottari. Calabresi ribellatevi»

La giornalista e blogger si scaglia contro la pubblicità: Editing approssimativo, refusi e grafica discutibile. 

di ALESSIA PRINCIPE

Il marketing della Regione Calabria non è nuovo a critiche e passi falsi. Spot costati un occhio della testa (e circolati sui media il tempo di un soffio di vento), volantini poco curati e una comunicazione spesso zoppicante. A dare il “colpo di grazia”, ci ha pensato la giornalista del Fatto Quotidiano e blogger Selvaggia Lucarelli che, dalla sua seguitissima pagina facebook, prende di mira l’ennesimo strafalcione pubblicitario made in Calabria.

La pubblicità della Calabria presa di mira da Selvaggia Lucarelli
la pubblicità

«Sulla rivista di bordo di Ryanair – scrive la Lucarelli – c’è la pubblicità della regione Calabria (che farà il giro dell’Europa) con tanto di loghi che indicano la sponsorizzazione della Regione e non solo. Ora, la sciatteria e il degrado di un paese le capisci anche da queste cose. Non so chi sia il grafico/pubblicitario/copy che s’è occupato di questa pagina ma immagino sia un bambino di otto anni o un alcolista o il nipote del cugino del fratello di un qualche assessore del turismo calabrese, ma ditemi voi se è possibile che : a) il titolo sia un mesto arial bianco che si vede malissimo e non è manco centrato. b) velo pietoso sui puntini di sospensione in un titolo (con la minuscola dopo). b) nella scritta in fondo “sistema aeroportuale” sia scritto “sistema aeroportualeR”».

“Peracottari tutti”. «Chi ha incaricato dei peracottari, chi non ha visto gli errori dei peracottari e chi paga dei peracottari per lavorare con tutti i grafici/pubblicitari/copy bravi che fanno la fame.  L’altro Paradiso non è la Calabria. E’ il posto in cui per questa mediocrità non c’è spazio. (la Calabria è una regione bellissima, merita di più. Ribellatevi amici calabresi.)
p.s. Sì, magari anche le ciavatte sullo scoglio le avrei tolte, ecco».

Ciclone Selvaggia: dopo le critiche della blogger il Codacons apre un’indagine

Oliverio: «Grazie Selvaggia. Subito un’indagine su questa ennesima porcheria»

Morra (M5S): «La Calabria sputtanata da Selvaggia Lucarelli»



In questo articolo: