Quantcast

Rome International Fashion Film Festival, l’evento mondiale dal cuore calabrese

Fondatore dell'evento, insieme a Sara Paterniani, è il regista Massimo Ivan Falsetta. In giuria, tra i tanti nomi internazionali, anche Grande, Comito e Puccio

WhatsApp Image 2022-06-19 at 14.02.12 (1)

Grande successo per la I edizione del Rome International Fashion Film Festival (Rifff), manifestazione di caratura mondiale che coniuga moda e cinema, tenutasi venerdì e sabato alla Casa del Cinema di Roma. L’evento ha avuto un cuore calabrese: il fondatore-insieme a Sara Paterniani– e direttore artistico è Massimo Ivan Falsetta, regista originario di Botricello, nel Catanzarese, da anni trapiantato nella Capitale. Della giuria-che ha vantato alcuni tra i massimi esperti internazionali del fashion e del cinema- hanno fatto parte tre eccellenze calabresi: il lametino Anton Giulio Grande, neo commissario di Calabria Film Commission; il vibonese Costantino Comito, attore e professionista a 360 gradi del settore cinematografico; il catanzarese Antonio Puccio,  musicista e direttore d’orchestra. Tra i giurati anche Anna Falchi (madrina dell’evento), Janet De Nardis, Francesco Vigoriti, Romeo Conte e Donatella Botti.

“Una manifestazione che porta una ventata di novità-ha commentato Grande-, che combina il fashion al cinema: due mondi che non sono poi così lontani: ritengo, infatti, che la settima arte sia tra le più importanti fonti di ispirazione degli stilisti”.

“Da calabrese residente a Roma- ha affermato Falsetta- sono soddisfatto di aver procurato lustro alla Calabria e alla Capitale attraverso questo festival innovativo. A conclusione dell’evento, tengo a ringraziare il mio staff e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione e al successo del Rifff. Tutte le personalità presenti hanno concordato con il mio intento di portare avanti questa forma innovativa di arte: lo stesso Anton Giulio Grande intende sostenere il Rifff sia a Roma che in Calabria, quindi confido anche nell’aiuto di Film Commission”.

Dal canto suo,  Comito-che da anni si spende instancabilmente per la crescita del cinema in Calabria, non solo in veste di attore di fama acclarata, ma anche da promotore di nuove realtà (ne abbiamo parlato QUI)-ha spiegato: “E’ un momento importante per il rilancio del settore cinematografico nella nostra regione. Le bellezze naturali, i talenti, le professionalità e le idee innovative che costituiscono le potenzialità della Calabria devono essere colte e opportunamente valorizzate, affinchè l’audiovisivo possa diventare un ambito traino dello sviluppo regionale”.