Quantcast

Previsioni meteo: clamoroso ribaltone con aria polare. Poi potente ondata di caldo

maltempo pioggia

Clamoroso ribaltone meteo in vista, che precederà una successiva, ulteriore, svolta. I prossimi giorni saranno sulle montagne russe. Cosa sta succedendo: dalla Svezia l’aria polare prepara una lenta e graduale discesa verso l’Italia. Nel corso dei prossimi giorni attraverserà Danimarca, Francia, Germania, Svizzera, Austria per poi aggirare le Alpi ed entrare dalla Porta della Bora sull’Italia sabato 28 maggio. Dalle prime ore del mattino potrebbero svilupparsi temporali anche intensi al Nord Est, in successiva graduale estensione verso il resto del Nord ed il Centro. Il Sud invece verrà raggiunto da un ‘cut-off’, un’area chiusa e circoscritta di bassa pressione isolatasi da una saccatura atlantica, con piogge e calo delle temperature.

Crollo delle temperature

Un weekend che segnerà dunque una brusca frenata nella rincorsa estiva di questo mese di maggio. Al momento l’aria polare sta confluendo verso la Scandinavia passando sul settore più settentrionale della Scozia, dove le temperature sono già 5-7 gradi sotto la media del periodo. La colata polare porterà un crollo delle temperature massime anche di 10-12 gradi sull’Italia, a tratti anche più marcato su Francia e Germania dove negli ultimi giorni si sono battuti alcuni record di caldo: Strasburgo 35 gradi, Stoccarda e Monaco di Baviera 32.

Il perché dei continui ‘ribaltoni’ meteo

“Un continuo ribaltone che vede salire e scendere lungo i meridiani aria calda subtropicale ed aria polare: sono i classici scambi di energia della primavera nella lotta per ristabilire un equilibrio dopo il buio ed il freddo invernale – si legge in una nota del sito Ilmeteo.it -. In sintesi, in primavera, i primi raggi caldi del sole non scalfiscono completamente le masse d’aria polare alle alte latitudini, mentre il caldo avanza verso nord dall’Africa rovente. È un momento di passaggio, e lo scontro tra queste masse d’aria diverse provocherà fenomeni potenzialmente intensi nel weekend sull’Italia, un pò come successo al Nord in questi ultimi giorni. E dopo? Come sarà il tempo per la settimana della Festa della Repubblica? I ribaltoni sembrano continuare e dopo la fase ‘vichinga’ del weekend, associata alla discesa di aria polare dalla Svezia, prevediamo la rimonta del caldo africano verso il nostro Paese”.

Nuova ondata di caldo per il 2 giugno

A conferma di quanto detto, gli esperti intravedono per i primi di giugno la rimonta potente dell’estate. Per il Ponte della Repubblica dunque dovrebbe arrivare sull’Italia una nuova ondata di caldo, con i termoetri che potrebbero schizzare di nuovo sopra i 35 gradi. Meglio comunque seguire gli aggiornamenti.