Richiamata la farina per polenta per presenza di micotossine

Il ministero della Salute ha comunicato sul proprio sito il richiamo dal mercato della farina per polenta Bramata la classica a marchio Molino Riva per la presenza di fumonisine che supera i limiti di legge previsti dal Regolamento 1881/2006 (la somma della fumonisina B1 e della B2 non può superare i 1.000 mgc/kg negli alimenti per adulti e i 200 nel baby food). Il lotto ritirato è il 120125, le confezioni sono da 1 kg sottovuoto con data di scadenza 12-01-2025, prodotto dal Molino Riva srl con stabilimento alla via Provinciale n 69 a Gargagnate Monastero, in provincia di Lecco. Le fumonisine sono micotossine che “attaccano” in modo privilegiato il mais.

L’esposizione prolungata a queste sostanze è associata all’insorgenza di cancro esofageo e difetti al tubo neurale nell’embrione. Per precauzione, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda di non consumare il prodotto con il numero di lotto e il termine minimo di conservazione segnalato. Qualora siate in possesso di una rimanenza di farina, potete restituirla al punto vendita e verrà sostituita gratuitamente.