Sinergia tra l’istituto comprensivo di Filadelfia e l’Augustus

Il progetto include studenti ucraini giunti qui a causa della guerra

Al via il progetto alternanza scuola-lavoro tra l’istituto omnicomprensivo statale di Filadelfia e l’associazione Augustus di Vibo gruppo di Filadelfia a firma rispettivamente della Dirigente prof.ssa Maria Viscone e del presidente Nicola Maria Nocera. La sera del 3 maggio il primo incontro tra i volontari dell’associazione e gli studenti del Liceo scientifico di Filadelfia, le classi interessate saranno le terze, le quarte e le quinte del Liceo Scientifico di Filadelfia.

All’incontro erano presenti il Presidente dell’Associazione Augustus di Vibo gruppo di Filadelfia Nicola Maria Nocera, la prof.ssa Mariateresa Ruggero che ha curato il progetto, i volontari che faranno da tutor nel progetto, i ragazzi ucraini presenti sul territorio del Comune di Filadelfia e gli studenti del Liceo Scientifico. Il progetto ha il nome: Φιλαδέλφος (Philadelphos): che significa “Che ama i fratelli”.

L’Augustus intende realizzare il progetto insieme alla scuola nella convinzione che l’obiettivo prioritario di ogni ordine e grado della scuola sia quello di garantire il successo formativo di ciascuno alunno favorendo al contempo la riscoperta delle diversità come valore.
Le attività avranno lo scopo principale di realizzare un gruppo omogeneo tra gli alunni del Liceo scientifico e gli ospiti ucraini presenti sul territorio assicurando a questi ultimi gli extra affettivi, inclusivi, linguistici per ritornare, alla luce degli eventi bellici che hanno colpito l’Ucraina, ad avere fiducia negli altri nella comunità ed in particolare nella comunità ospitante all’insegna della pace. Tra le altre finalità anche quella di avvicinare i giovani di Filadelfia alle realtà proprie della protezione civile.

Il progetto si articolerà su tre giorni a settimana dalle 17 alle ore 20 e verterà su attività sportive, culturali, artistiche, attività basate su un linguaggio universale.

Il progetto è stato accolto con grande entusiasmo sia dai ragazzi ucraini che dai ragazzi del Liceo scientifico.