Quirinale, accordo parte del M5S con Salvini? Nesci smentisce: “Tutto falso”

Secondo alcuni quotidiani nazionali coinvolto anche il sottosegretario vibonese Dalila Nesci: “Chiunque alimenti queste insinuazioni verrà querelato”

Diversi giornali nazionali parlano di un presunto accordo tra il deputato del M5S Fraccaro e Matteo Salvini per trattare un pacchetto di voti del Movimento, forse una trentina, per il nuovo presidente della Repubblica. Il caso politico è scoppiato a seguito della notizia di un incontro tra i due esponenti politici. “Nel mirino – scrive inoltre il Corriere della Sera – finiscono anche Dalila Nesci e Carlo Sibilia, esponenti di governo e di una corrente in teoria nata proprio per sostenere Conte”.

I tre hanno smentito la ricostruzione e in particolare la vibonese Dalila Nesci, sottosegretario per il Sud, ha scritto sui social: “Smentisco seccamente quanto riportato da alcuni quotidiani in merito all’elezione del presidente della Repubblica. I retroscena che parlano di presunte operazioni per sostenere candidature al Colle con un coinvolgimento mio e del think tank Parole Guerriere sono del tutto falsi e privi di fondamento“.

Dopo aver ribadito che seguirà la linea del leader Giuseppe Conte – “per il Quirinale sosterrò il candidato che verrà espresso dal M5S, siamo compatti intorno al presidente Conte e alla sua linea politica” – Dalila Nesci ha inoltre annunciato anche eventuali azioni legali: “Ogni altra insinuazione è falsa e chiunque la alimenti verrà querelato“.