Tra i vicoli della città un grosso mercato della droga: ecco i nomi degli arrestati

Dalle indagini è emerso anche che il gruppo coltivasse la marijuana: la Polizia ha difatti sequestrato tre diverse piantagioni nascoste tra la vegetazione

Tra le strette viuzze del centro storico di Crotone, un vero dedalo di vicoli quasi inespugnabili, si sviluppava un florido “mercato” della droga, dove si smerciavano quotidianamente grossi quantitativi di cocaina, eroina, hashish e marijuana.

A scrivere la parola fine sul “giro” di spaccio sono stati stamani gli uomini della squadra mobile del capoluogo pitagorico che, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, hanno fatto scattare le manette ai polsi di undici persone. In dieci sono così finite in carcere, una ai domiciliari e due sottoposte invece ad altrettanti obblighi di dimora: a vario titolo sono accusate di associazione finalizzata all’acquisto, la detenzione, il trasporto, la cessione e la vendita di stupefacenti e, in alcuni casi, di spaccio e detenzione ai fini di spaccio in concorso.

Le investigazioni – che si sono sviluppate tramite intercettazioni telefoniche, ambientali e video – si sono focalizzate, come dicevamo, sul centro storico di Crotone. Qui, secondo gli inquirenti, era attiva una fitta e strutturata rete di spaccio, organizzata in forma piramidale, i cui componenti, ognuno dei quali con ruoli e competenze specifiche, si procurava e smerciava al dettaglio grossi quantitativi di droga. I profitti venivano fatti confluire in una cassa comune e poi divisi tra i soggetti a capo dell’associazione, mentre agli atri indagati si assicurava un compenso. A riscontro di quanto scoperto dagli investigatori sono state effettuate numerose attività di polizia giudiziaria, come perquisizioni e sequestri di stupefacente, anche nei confronti degli stessi assuntori, a cui, di volta in volta, è stata sequestrata la droga comprata in uno dei tre punti di spaccio, dove si è documentato un continuo andirivieni di persone a qualsiasi ora del giorno.

Dalle indagini è emerso anche che il gruppo coltivasse la marijuana: la Polizia ha difatti sequestrato tre diverse piantagioni nascoste tra la vegetazione della periferia del capoluogo.

I NOMI DEI COINVOLTI
In carcere sono dunque finiti Giuseppe Spagnolo (46 anni); Alessandro Spagnolo (25); Ercole Spagnolo (47); Francesco Spagnolo (28); Luigi Spagnolo (38); Raffaele Messina (24); Gaetano Scicchitano (52); Gianluca La Forgia (38); Andrea Rizza (28); e Claudio Ivan Covelli (40). Ai domiciliari, invece, Vittoria Covelli (46 anni). All’obbligo di dimora, infine, sono stati sottoposti Francesco Corrado (42) e Dionigi Crugliano (28).

I PROVVEDIMENTI sono stati emessi dal Gip del Tribunale di Catanzaro ed eseguiti da un centinaio di uomini e donne della Polizia di Stato, appartenenti alla Squadra Mobile di Crotone, al Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza, Vibo Valentia e Siderno, e alle Unità Cinofile di Vibo Valentia.

Traffico di droga, operazione della Dda di Catanzaro: 11 arresti