Omicidio di San Silvestro nel Vibonese, trovata un’auto sospetta

Potrebbe essere -stando a quanto riferisce questa mattina la Gazzetta del Sud -quella utilizzata dal killer e dai suoi complici

Gli inquirenti tentano di far luce, assicurando i responsabili alla giustizia, sull’omicidio di Giuseppe De Masi, il 39enne freddato mentre era dal barbiere, la sera di San Silvestro a Soriano Calabro. Stando a quanto riferisce questa mattina la Gazzetta del Sud, una vettura, risultata rubata, è stata ritrovata dai carabinieri qualche giorno dopo. Non è ancora chiaro, ovviamente, se l’auto possa essere in alcun modo collegata dal grave di sangue. Gli inquirenti mantengono ovviamente il massimo riserbo. Di sicuro, all’interno non sarebbero state trovate armi. Ad ogni modo, i carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno, coadiuvati dalla Procura di Vibo ed in primis dal procuratore Camillo Falvo e dal sostituto Camilla Rebecchi, seguono la pista con la massima attenzione. Sei i colpi sparati dal killer, presumibilmente con una revolver, che non hanno lasciato scampo a Giuseppe De Masi, raggiunto nelle parti vitali del corpo. Poi, l’omicida sarebbe scappato a bordo di un’auto, guidata verosimilmente da un suo complice.