Quarantena Covid e isolamento: la durata. Quando fare il tampone

L’effettuazione del test molecolare/rapido dipende dallo stato vaccinale (terza dose e ciclo completo). Le differenze se si è positivi o un “contatto stretto”

Anche nell’anno nuovo i contagi Covid in Italia (qui il bollettino di oggi) continuano a correre e ieri hanno registrato un nuovo record. Tra attualmente positivi, oltre due milioni, e contatti stretti sono tante le persone che, anche alla luce delle nuove regole su quarantena e isolamento si chiedono quando fare il tampone molecolare/rapido. Le misure variano in base allo stato vaccinale (ciclo completo, guarigione e terza dose). E sono diverse anche per la scuola.

Ecco una guida su quando fare il tampone e quando non serve:

Se sono positivo sintomatico

  • Se non sono vaccinato o ho completato il ciclo vaccinale/guarigione da più di 4 mesi: dopo almeno 10 giorni di isolamento e tre senza sintomi
  • Se ho ricevuto la terza dose o completato il ciclo vaccinale/guarigione da meno di 4 mesi: dopo almeno 10 giorni di isolamento e tre senza sintomi

Se sono positivo asintomatico

  • Se non sono vaccinato o ho completato il ciclo vaccinale/guarigione da più di 4 mesi: dopo almeno 10 giorni di isolamento
  • Se ho ricevuto la terza dose o completato il ciclo vaccinale/guarigione da meno di 4 mesi: dopo almeno 7 giorni di isolamento

Se sono un contatto stretto

  • Se non sono vaccinato, vaccinato con una dose, o con due dosi da meno di 14 giorni: dopo 10 giorni dall’ultimo contatto con il positivo
  • Se ho completato il ciclo vaccinale/guarigione da più di 4 mesi: dopo 5 giorni dall’ultimo contatto con il positivo
  • Se ho ricevuto la terza dose o completato il ciclo vaccinale/guarigione da meno di 4 mesi: il tampone va fatto solo nel caso della comparsa di sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto

CONTINUA A LEGGERE QUI