Quantcast
Cultura & spettacolo

“I parlamentari del Vibonese dal 1861 al 1994”: presentazione del libro della Fondazione Murmura

La presentazione coincide con un convegno che vede le relazioni di diversi ospiti. Durante l’evento sarà anche proiettato il documentario “Calati junco”

14 gennaio

Sarà presentato domani presso la sede del Sistema Bibliotecario Vibonese il volume “I parlamentari del Vibonese dall’Unità d’Italia alla prima Repubblica. 1861-1994”, edito a dicembre del 2021 dalla Fondazione Antonino e Maria Murmura e dalla Adhoc Edizioni e curato da Anna Murmura, grazie ad un finanziamento della Regione Calabria con gli interventi per la valorizzazione del sistema dei Beni Culturali e il potenziamento dell’offerta culturale Annualità 2019; il Sistema Bibliotecario Vibonese curerà la presentazione sulla piattaforma meet google.


La presentazione coincide con un convegno che vede le relazioni di Franco Cimino, giornalista e politologo a cui è stato affidato il compito di riflettere sui contenuti del volume; monsignor Filippo Romondino, direttore dell’Archivio Storico Diocesi Mileto-Nicotera-Tropea che delineerà il rapporto tra Chiesa e Politica; Michele Furci, storico e scrittore che parlerà di Sindacato e Politica; Domenico Protettì, ricercatore che relazionerà su Politica e Socialità; Maria D’Andrea, archeologa che illustrerà tutti gli interventi fatti dalla politica a favore dei beni culturali nel vibonese; mentre l‘Associazione Itinera della guide turistiche calabresi presenterà l’itinerario politico del vibonese.

Durante l’evento sarà proiettato anche il documentario “Calati junco”, per la regia di Francesca Murmura. Gli interventi del convegno sono inseriti nel volume degli atti, edito dalla Fondazione Antonino e Maria Murmura e dalla Adhoc Edizioni e curato da Anna Murmura.

L’idea della Fondazione Antonino e Maria Murmura di realizzare questo volume che raccoglie le biografie dei parlamentari del vibonese dal 1861 al 1994 scaturisce da una duplice finalità: si propone di ricostruite le storia del territorio dell’attuale provincia di Vibo Valentia in un periodo storico ben definito e attraverso i suoi protagonisti principali che lo hanno rappresentato al parlamento (Senato e Camera dei Deputati); in seconda istanza, attraverso le biografie dei singoli parlamentari si possano fornire dei modelli per le giovani generazioni, modelli di comportamento, di moralità, di cultura, di impegno politico e sociale. Infatti, è importante sottolineare come molti dei parlamentari presentati hanno continuato la battaglia politica anche dopo aver concluso la loro esperienza parlamentare, spendendosi con tutte le energie per il loro territorio fino a poco tempo prima di morire.
Maria Murmura, presidente della Fondazione evidenzia: “Noi siamo convinti, anzi lo sappiamo con certezza, che questi uomini, questi illustri personaggi, questi politici veri ci hanno guidato nel percorso di cura del volume e del documentario e di organizzazione di tutte le varie fasi dell’operazione e che il 14 gennaio saranno tutti collegati con noi, dal paradiso dei politici giusti. Ricordiamo anche l’itinerario politico del vibonese che include in un percorso di quattro giorni tutti i luoghi legati ai politici presentati nel nostro lavoro di studio; questo, come dicevamo prima, è stato curato dall’Associazione Itinera delle guide turistiche della Calabria; il percorso è segnalato nelle varie tappe attraverso delle targhe a memoria di ciascun parlamentare con nome, data di nascita e di morte e un QR code che rimanda ad una breve biografia. La fondazione avrà cura, inoltre, di inviarlo ai Tour Operator e alle Agenzie Viaggi che hanno nella loro programmazione la Calabria e il Sud d’Italia (l’operazione non è stata ancora portata a compimento dal momento che la pandemia ha messo in ginocchio il settore dei viaggi)“.

La fondazione è dell’idea che il volume vada fatto conoscere e debba essere presentato in molti altri contesti, al fine di diffondere la storia e il messaggio sotteso. I primi fruitori dovranno essere gli studenti delle scuole superiori del vibonese (a ciascuna scuola ne verrà inviata una copia), ma poi si prevede di presentarlo anche nelle principali cittadine della provincia di Vibo Valentia (Tropea, Serra San Bruno, Pizzo), all’università di Cosenza (Dipartimento di Storia della Facoltà di Lettere e di Scienze Politiche) e, infine, presso le Associazioni dei calabresi nel mondo. La Fondazione, inoltre informa che: “Grazie al contributo del nostro amico e socio romano Francesco Morabito, si stanno avviando già contatti con l’Associazione Brutium dei calabresi a Roma per diffonderlo anche nella capitale. Infine, ci preme far presente che, al momento della stampa del volume dei parlamentari studiati, solo due erano ancora in vita Carmelo Pujia e Rosario Chiriano; nel frattempo, però, il primo purtroppo è scomparso proprio l’8 gennaio di questo anno“.

Più informazioni