Cinghiali, numerosissimi gli abbattimenti nel Vibonese

I cacciatori: “L’elevato numero di ungulati cacciati evidenzia la gravità dell’emergenza; questi animali sconfinano ovunque”

Come ormai è noto, l’emergenza cinghiali da tempo attanaglia il Vibonese. Il fenomeno peggiora di anno in anno: lo sanno bene i cacciatori, che mai come quest’anno sono impegnati negli abbattimenti.

A San Nicola da Crissa, centro fortemente colpito dalla ‘calamità ungulati’, le due squadre di caccia sono molto presenti nell’attività venatoria.

In particolare, la squadra “Cinghialai ‘Giuseppe Marchese’ San Nicola da Crissa”, guidata dal caposquadra Rocco Iori e dal suo vice Stefano Pasceri, spiega: “Nella stagione venatoria in corso stiamo registrando numeri altissimi. Negli ultimi 6 giorni di caccia abbiamo abbattuto 35 cinghiali nel nostro territorio. I numeri elevatissimi aiutano a far comprendere la gravità del fenomeno, che preoccupa la collettività. Con la nostra azione stiamo offrendo una grossa mano all’economia agricola locale, messa in ginocchio dal dilagare degli ungulati; stiamo contribuendo, altresì, ad attenuare i problemi di ordine pubblico e di pubblica sicurezza: questi animali selvatici, infatti, si spingono fin nel centro abitato, causando pericoli per i cittadini”.