A Nicotera l’ iniziativa “Pompieropoli” entusiasma i bambini

Unicef, Vigili del Fuoco e scuole avvicinano gli alunni al mondo dei pompieri

Grande entusiasmo ieri nelle scuole di Nicotera: i piccoli alunni frequentanti i plessi di di Badia, Caroniti e Joppolo, Nicotera Marina e Nicotera Superiore (afferenti all’Istituto Comprensivo “Pagano”) sono stati protagonisti di “Pompieropoli”. Si tratta di un’iniziativa realizzata dal comitato provinciale di Vibo Valentia per l’Unicef – in collaborazione con gli Ambasciatori Unicef Corpo dei Vigili del Fuoco e con l’associazione nazionale Vigili del Fuoco di Vibo Valentia – che vuole avvicinare i bambini al mondo dei pompieri, proponendo attività mirate e divertenti.

L’iniziativa a Nicotera si è svolta in viale Castello, alla presenza di tantissimi genitori felici di vedere i propri figli cimentarsi nelle missioni dei pompieri. Nonostante le prime paure, i bambini sono stati bravissimi nell’eseguire le prove, consistenti in un percorso fatto di scale, pertiche, ponti tibetani etc. “L’avvio della giornata – spiegano gli organizzatori- ha destato sicuramente da un po’ di timore nei piccoli, che pensavano di non riuscire a superare gli step del percorso, ma poi il coraggio e la voglia di farcela hanno avuto il sopravvento”. Tutti i bambini hanno superato brillantemente le prove e hanno ricevuto l’attestato di “pompiere per un giorno”.

“E’stata una manifestazione esaltante da tutti i punti di vita – hanno commentato dall’ Unicef -: sicuramente educativa, entusiasmante e rassicurante (grazie al sostegno dei suggerimenti degli esperti pompieri), da stimolo per il timido e il timoroso ma anche frenante per qualcuno troppo esuberante, inclusivo del solito che si isola e autovalutativo del coraggio e delle proprie capacità. Infine è stata appagante per l’abbraccio con i compagni, nonchè per l’approvazione dei docenti e dei genitori dopo la prova superata. Insomma una giornata in cui ogni alunno si è visto protagonista assoluto e felice (10 su 10) nel raggiungere l’obiettivo finale”.

“Nella nostra classe – ha scritto un alunno – ci sono state diverse emozioni: chi è stato contento, chi aveva paura, chi ansia da prestazione…qualcuno addirittura vergogna per non riuscire nell’impresa, ma abbiamo tenuto duro, ci siamo fidati dei suggerimenti degli esperti Vigili del Fuoco e siamo stati molto felici di diventare pompieri”.