Coronavirus, alta l’attenzione in molti comuni del Vibonese

Diversi i focolai sviluppatisi nelle scuole: a essere colpiti sono soprattutto i bambini

La provincia di Vibo Valentia è stretta nelle morse del coronavirus, che non accenna ad allentare la sua presa. Sono diverse le situazioni critiche, soprattutto nell’entroterra. Serra San Bruno, da ieri in “zona rossa” conta 73 contagiati: il virus ha colpito soprattutto i più piccoli, in quanto il focolaio si è sviluppato in un asilo del posto. L’evoluzione del contagio è strettamente monitorato dal Comune e dall’Asp: a breve dovrebbero essere predisposti i tamponi di controllo. Non va meglio a Nardodipace, seppur in “zona rossa” dal 2 ottobre: i casi attivi sono più di 30 e ieri sono state emanate ulteriori ordinanze di quarantena.

Oltre alle “zone rosse”, preoccupano tanti altri centri: quasi ovunque sono interessate le scuole. Vi è un cluster in evoluzione tra Spadola, Brognaturo e Simbario che sta coinvolgendo i ragazzi frequentanti la scuola Secondaria di primo grado (unica per i tre centri); contagi in risalita anche a Sorianello, che ha 28 casi attivi; a Soriano Calabro, dovei positivi sono 11; a Gerocarne, che conta 24 contagiati.