Crollo strada Longobardi, Codacons Vibo: “Non dovranno pagare i cittadini”

L’associazione di tutela dei consumatori: “Non è più tollerabile che una strada così importante sia soggetta a interventi e chiusure”

Sulla chiusura della strada di Longobardi, frazione di Vibo Valentia, interviene anche il Codacons che, tramite il referente provinciale Claudio Cricenti, afferma che quanto sta accadendo “costituisce un grave attentato alla tutela e la sicurezza della circolazione stradale“. “Non è più tollerabile che una strada così importante sia soggetta a interventi e chiusure. Una strada – continua l’associazione di tutela dei consumatori – fondamentale per il turismo, per garantire spostamenti per motivi commerciali e lavorativi, ma anche sanitari e di pronto intervento”.

Per questa ragione è stata presentata un’istanza “per conoscere quanto stanno costando al Comune i continui interventi per un lavoro già recentemente appaltato e consegnato. A pagare – evidenzia Cricenti – non dovranno essere in alcun modo i cittadini sia in termini di tasse che di pregiudizi”.

Il Codacons pone infine alcune domande, ancora senza risposta, all’Amministrazione: “I danni potevano essere previsti? Il Comune avvierà azioni di responsabilità? Andranno fatti interventi definitivi che saranno imputati al Comune e quindi ai cittadini?”.