Assenteismo all’Asp, rinviato a giudizio un funzionario

Così il Tribunale di Catanzaro ha deciso in merito all’inchiesta in seno all’Azienda sanitaria provinciale

Un funzionario è stato rinviato a giudizio, per l’altro indagato gli atti sono stati rispediti in Procura. Così il Tribunale di Catanzaro ha deciso in merito all’inchiesta sul presunto assenteismo in seno all’Azienda sanitaria provinciale. A giudizio Rosario Tomarchio, che deve rispondere di truffa allo Stato. Atti al pm per l’accusa di abuso d’ufficio nei confronti di Antonio Gallucci, direttore sanitario dell’ospedale di Lamezia Terme, e per lo stesso Tomarchio.

Secondo il sostituto procuratore Chiara Bonfadini, che ha condotto le indagini, sarebbero emerse continue assenze di Tomarchio dal posto di lavoro senza giustificato motivo. Gallucci avrebbe omesso di attivarsi per sanzionare l’assenteismo dell’impiegato e, al contrario, avrebbe emanato una serie di autorizzazioni a sua tutela, consentendogli, per esempio, di timbrare il cartellino anche in altre strutture dell’Asp di Catanzaro.