A Vibo inaugurato l’impianto polivalente “Paolo Borsellino” (VIDEO-FOTOGALLERY)

Il sindaco Maria Limardo: “I fondi risalgono al Pon sicurezza 2011”. In video-collegamento anche il figlio del magistrato ucciso da Cosa Nostra

Inaugurato, nel cuore del quartiere di Moderata Durant a Vibo Valentia, l’impianto polivalente che porta il nome di Paolo Borsellino. Un’opera realizzata grazie ai fondi del Pon Sicurezza messi a disposizione dal Ministero dell’Interno, ricavati dalle risorse sottratte alla criminalità organizzata, nel ricordo del magistrato barbaramente fatto saltare in aria da Cosa Nostra, che permetterà, peraltro, alla Todo Sport, la squadra di volley femminile del capoluogo, da quest’anno in Serie B, di poter disporre di un impianto in città, evitando di giocare altrove le gare casalinghe.

All’inaugurazione della struttura, insieme all’amministrazione comunale, con il sindaco Maria Limardo, gli assessori Michele Falduto, Giovanni Russo e Pasquale Scalamogna, ed il presidente del Consiglio Rino Putrino (che ha lavorato alla sua realizzazione da ex delegato allo Sport), hanno preso parte anche le forze dell’ordine ed il magistrato Cecilia Rebecchi, in rappresentanza della Procura. In video-collegamento, l’ispettore Santo Laganà e Manfredi Borsellino, figlio del compianto magistrato.

“I fondi – ha detto Maria Limardo – risalgono al Pon sicurezza 2011. Arrivare all’inaugurazione nel 2021 è una stilettata al cuore. Segno che ancora c’è molto da fare sul fronte della sburocratizzazione per facilitare la realizzazione di opere pubbliche”. L’assessore Michele Falduto ha ricordato l’impegno dell’ex assessore Pasquale La Gamba, mentre l’assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Russo ha chiosato: “La città avrà presto il finanziamento per la realizzazione della bretella che collega la Statale 18 al Parco urbano”.