Gli eroi di olimpiadi e paralimpiadi a Pizzo. Jacobs: “Calabria mia seconda casa” (VIDEO)

La medaglia d’oro Caterina Banti: “Come olimpionici rappresentiamo dei valori: dobbiamo testimoniarli ogni giorno, soprattutto ai più giovani, per rendere il mondo un posto migliore”

“È veramente un piacere tornare qui perchè mi fa rivivere un po’ i momenti della mia infanzia, il mare, quando venivo e passavamo qui 2-3 mesi. Per me questa è un po’ come una seconda casa, sono veramente contento“. Così il campione olimpico dei 100 metri (e non solo) Marcell Jacobs, presente ieri a Pizzo, nel Vibonese, per l’evento “Tutti a scuola” alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “La scuola è veramente importante – aggiunge parlando con i giornalisti – perchè ti insegna tante cose, ma dovrebbe esserci più sport nelle scuole perchè ti aiuta a crescere, ad avere degli obiettivi e a cercare in ogni modo di raggiungerli. È un bene per la vita, in generale, e soprattutto per se stessi”.

Presente anche un’altra medaglia d’oro, questa volta nella vela. “Sono onorata di essere qui. È importante sentirsi dei modelli – ha detto Caterina Banti – è una grande responsabilità. Come olimpionici rappresentiamo dei valori, dobbiamo testimoniarli ogni giorno, dobbiamo diffonderli, soprattutto ai più giovani, per riuscire a rendere il mondo un posto migliore“.

“Tutti gli anni sono stati straordinari ma quest’anno è ancora più importante. Loro sono gli eroi moderni, sono quelli che vengono emulati, e soprattutto per i giovani è indispensabili”. Così invece il presidente del Coni Giovanni Malagò. A lui ha fatto eco il presidente del Comitato paralimpico italiano, Luca Pancalli: “È una piacevole consuetudine, ma questa volta siamo ancora più felici perchè torniamo da una spedizione a Tokyo straordinaria”.

A Pizzo l’ultimo discorso di Mattarella agli studenti: “Sarà un anno scolastico speciale” (FOTO)