Conte in Calabria: “Bruni è la persona giusta per guidare la Regione” (FOTO)

Sanità, fiscalità e alleanza politica i temi trattati. E sulla candidata del centrosinistra: “Io e Amalia non siamo fenomeni, ma persone normali che vogliono fare le cose giuste nell’interesse dei cittadini”

È stata la sanità una delle tematiche trattate dall’ex premier – ora leader del Movimento Cinque Stelle – Giuseppe Conte nel suo tour calabrese: diverse le tappe previste (oggi Corigliano Rossano, Cirò Marina, Crotone, Catanzaro e Cosenza; domani Vibo Valentia, Gioia Tauro, Reggio Calabria, Locri e Lamezia Terme). “Conosco le strutture sanitarie di questa regione – ha affermato -, non è giusto che i calabresi affrontino la migrazione sanitaria. Oggi i fondi per migliorare la situazione ci sono”.

L’ex premier ha spiegato, poi, le posizioni dei pentastellati nell’imminente tornata elettorale regionale: “Più che il test di un’alleanza io vedo questa come un’opportunità per tutti i calabresi qui presenti. E per questo che ci abbiamo messo la faccia, per questo io sono qui e lo stesso dicasi anche per Enrico Letta. Noi crediamo che ai calabresi occorra offrire una prospettiva alternativa rispetto al Governo regionale che c’è stato e riteniamo che questa prospettiva debba essere concreta”.“Sono già stato qui da presidente del Consiglio più volte – ha proseguito Conte – e ho dedicato molta attenzione perché è tra le aree del sud più emarginate del piano della politica nazionale ed è per questo che il riscatto può ripartire e deve ripartire dalla Calabria. Non permetteremo che nessun euro destinato al sud sia deviato al nord. Sono partito dal nord perché ho detto che il nord deve ripartire forte, va benissimo che ci siano delle locomotive in Italia, infatti ho parlato di Milano locomotiva, ma che nessuno fraintenda”.

Sulla questione fiscalità, Conte ha asserito: “Abbiamo fatto tanto per il sud introducendo una fiscalità di vantaggio e la vogliamo strutturare e lavoreremo come movimento cinque stelle perché questa fiscalità di vantaggio si mantenga in modo strutturale. Se vogliamo offrire occupazione e prospettive di lavoro ai giovani, alle donne del Sud, bisogna tener conto che chi investe al Sud incontra maggiori difficoltà anche per le infrastrutture materiali che ci sono e che sono meno efficienti rispetto al nord. Addirittura la statale ionica va ripensata e rinforzata assolutamente. Dobbiamo assolutamente perseguire la fiscalità di vantaggio, destinare tutti i fondi programmati per il sud che devono andare al sud perché altrimenti il divario non si colmerà mai. Faremo di tutto per lavorare e per investire sulla statale 106 ionica”.

Insieme a Conte c’è stata l’aspirante presidente della Calabria Amalia Bruni: “Siamo davvero a un passo dal traguardo. Sono commossa – ha detto Bruni – per l’affetto che mi stanno dimostrando i calabresi, dobbiamo fare un ultimo sforzo tutti insieme per poter cominciare a costruire la Nuova Calabria”. L’ex presidente del Consiglio ha speso parole di stima nei confronti della Bruni: “Io e Amalia Bruni non siamo fenomeni, ma persone normali che vogliono fare le cose giuste nell’interesse dei cittadini. Amalia è la persona giusta per guidare la Regione e dobbiamo sostenerla con convinzione”