A Pizzo il ministro dell’Istruzione Bianchi: “La scuola riapre e il Paese riparte”

“Fatemelo dire: con molta gioia ed emozione apriamo il nuovo anno scolastico. Credo che questo sia un grande messaggio di fiducia”

“Fatemelo dire: con molta gioia ed emozione apriamo il nuovo anno scolastico“. Ha iniziato così il suo discorso sul palco allestito all’Istituto Nautico di Pizzo, nel Vibonese, il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, nel corso dell’inaugurazione dell’anno scolastico alla presenza anche del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “Si torna tutti a scuola, tutti in presenza – ha continuato il ministro – e questo non è il risultato di una routine, non è neanche un azzardo, è il risultato di un lavoro. Perchè la scuola non ha mai chiuso anche nei momento più duri”.

Bianchi ha poi sottolineato che “la scuola ha risposto più di tutti all’invito a vaccinarsi” e che, con soddisfazione, “ce l’abbiamo fatta, anche noi abbiamo vinto la nostra medaglia d’oro“. “Abbiamo fatto delle forti innovazioni metodologiche. Per il Green pass – ha continuato il ministro – così come per i trasporti. E poi abbiamo cominciato con le riforme, concordate in Europa, a partire dalla riforma della scuola tecnica, di cui abbiamo bisogno, ma anche una riforma complessiva dell’organizzazione e della didattica“.

“Credo che questo sia un grande messaggio di fiducia. È un messaggio per tutto il Paese: noi ce la possiamo fare – ha concluso il ministro Bianchi – perché la scuola riapre e il Paese“. riparte”.