Regionali, dall’Asp di Cosenza sms con indicazioni di voto: “Avviata commissione d’inchiesta”

Il commissario Vincenzo La Regina: “È primario interesse dell’Asp capire cosa è accaduto al centro vaccinale da dove è partito il messaggio”

Un sms con un’indicazione di voto, in vista delle prossime elezioni regionali calabresi, partito da un numero dell’Asp di Cosenza riferito al centro vaccinale. Ora è la stessa azienda sanitaria a dirsi “parte lesa” e ad annunciare una commissione d’inchiesta. “È primario interesse dell’Asp di Cosenza andare in fondo alla vicenda e capire cosa è accaduto al centro vaccinale di Lattarico – ha detto in una nota il commissario dell’azienda sanitaria cosentina, Vincenzo La Regina – da dove è partito l’sms contenente un fac-simile con indicazioni di voto. Abbiamo già aperto una commissione di inchiesta volta ad individuare i responsabili presieduta dal direttore amministrativo Francesco Marchitelli”.

“Appena registrata la notizia – prosegue la nota – l’Azienda Sanitaria di Cosenza non ha perso tempo e ha messo in campo tutto quanto è in suo potere per fare luce sull’accaduto. Strumentalizzazioni politiche e personali verranno severamente perseguite e punite. L’Asp si mette a disposizione della giustizia per stanare i responsabili. Un episodio, questo di Lattarico, che non dovrà e non potrà più ripetersi. La stessa Asp di Cosenza – conclude La Regina – si sente parte lesa in nome dei cittadini innanzitutto e di tutte quelle persone per bene che giornalmente operano all’interno dell’azienda sanitaria”.