Regionali | Vibo, Antonio Lo Schiavo: “Votare Occhiuto significa votare Lega Nord” (VIDEO)

Il candidato nella coalizione di de Magistris: “Dal giorno dopo le elezioni lavorerò per rafforzare un progetto nuovo nella città di Vibo”

“La mia candidatura, usando un termine calcistico, nasce dalla necessità di giocare il secondo tempo di una partita iniziata un anno e mezzo fa quando sono stato impegnato in prima persona nelle elezioni regionali: non abbiamo sfiorato l’obiettivo per poche decine di voti, ma c’è stato un segnale importate di consenso verso la mia persona“. Così Antonio Lo Schiavo, candidato a Vibo nella coalizione di Luigi de Magistris per le elezioni regionali che si terranno il prossimo 3 e 4 ottobre. “Ritengo che non sia cambiato molto da un anno e mezzo fa – aggiunge – rimangono in piedi le ragioni di un impegno e la mia visione della politica, con la necessità in Calabria di dare un segnale di rottura netto con il passato”.

In questo momento l’unica figura che può lanciare “un segnale vero di discontinuità“, afferma, “è la proposta di de Magistris: è una proposta complessa che racchiude anime diverse, un polo civico aperto che si rivolge a tutti i cittadini calabresi che sono sfiduciati. È arrivato il momento in silenzio, senza tanto clamore, di fare una vera e propria rivoluzione in cabina elettorale“.

Mi preme dire che i miei avversari non sono nè il Pd nè Amalia Bruni, sono molto vicino ai loro elettori. Quello che non mi ha convinto – prosegue ancora Lo Schiavo – è stata la loro proposta politica di un partito che negli anni non è riuscito a cambiare. Ma rimane comune la necessità di spiegare ai cittadini calabresi che votando Occhiuto i cittadini continueranno a votare la Lega Nord, che ha cambiato nome ma ha altrove il suo cuore di interessi, e continueranno a votare Spirlì e quella combriccola che ha già governato la regione in questo anno e mezzo con risultati deludenti”.

Cosa cambierà, anche a Vibo, in caso di elezione? “Ogni voto che sarà dato a me – risponde Lo Schiavo – sarà un voto che dal giorno dopo punterà a rinnovare il centrosinistra che nonostante le condizioni negative in cui si trova la città di Vibo, che è governata da anni dal centrodestra, non è riuscita finora ad avere la forza per lanciare un progetto alternativo. Lavorerò per rafforzare un progetto nuovo nella città di Vibo“.