Vibo Capitale del Libro e quel suo legame antico con Dora Menichelli

Nella cornice della Villa Comunale – Nazzareno Cremona, si terrà un convegno nell’ambito del progetto “La Sicilia e la Calabria delle donne”

Martedì 24 agosto, è in programma alle ore 21.30 nella Villa Comunale – Nazzareno Cremona di Vibo Valentia, un convegno nell’ambito del progetto “La Sicilia e la Calabria delle donne” (che vede curatrici per la Calabria l’archeologa Mariangela Preta, e per la Sicilia la direttrice del Naxos Legge Fulvia Toscano e la scrittrice Marinella Fiume che sono anche ideatrici del progetto), l’incontro sarà volto a raccontare il particolare destino di due sorelle, entrambe attrici, nate sulle due sponde dello Stretto: Pina e Dora Menichelli, la prima nativa di Castroreale (ME) mentre la seconda nacque a Monteleone di Calabria odierna Vibo Valentia. Inserito nel cartellone estivo di “Vibo Capitale del libro”, con il patrocinio della città di Vibo Valentia, di Naxos Legge e dell’associazione nazionale CulturaIdentità, vedrà protagoniste proprio le donne a partire dal sindaco della città di Vibo Valentia Maria Limardo, l’assessore del comune di Castroreale (ME) Mariella Sclafani, la scrittrice Marinella Fiume, la direttrice di Naxos legge Fulvia Toscano, l’archeologa vibonese Mariangela Preta, il dibattito verrà moderato dalle giornaliste Carmen Bellissimo e Cristina Marra. Alla fine della presentazione verrà proiettato il Film “Il Fuoco” interpretato da Pina Menichelli.

Ma chi erano le sorelle Menichelli?
Nate da Francesca Malvica e Cesare Menichelli, entrambi attori. Pina Menichelli nacque a Castroreale nel 1890 e fu la più importante attrice del cinema muto italiano, incarnò la donna dannunziana peccatrice e sensuale, che dominò gli schermi italiani e la fantasia del pubblico fino alla fine della Prima guerra mondiale.

Dora Menichelli nacque a Monteleone di Calabria (Vibo Valentia) nel 1892. Iniziò a recitare all’inizio del 1910 come giovane attrice drammatica, dotata di una buona voce, viene scritturata anche in varie compagnie di operette. Dopo la prima guerra mondiale, incontra un suo collega di lavoro Armando Migliari che poco dopo sposerà, andando poi a fondare nel 1930 la Compagnia del Teatro degli Arcimboldi di Milano, lavorerà accanto ad Anna Magnani, Rina Franchetti e Cesarina Gherardi. Il debutto nel cinema muto avviene nel 1914, nella pellicola “Complice azzurro” diretta da Ubaldo Pittei.

Durante la serata verrà presentato il progetto “La Sicilia e la Calabria delle Donne – Festival del genio femminile in Sicilia e Calabria”, che avrà luogo nel mese di marzo 2022 e sarà un festival che vedrà come protagonista il multiforme ingegno declinato dalle donne in molteplici settori: dall’Arte alla Matematica dalla Letteratura all’Astronomia all’Arte di governo al Giornalismo alla Filosofia.