Pizzo, turisti sul piede di guerra sulla spiaggia delle discariche (FOTO)

Uno spettacolo indecoroso quello offerto ai bagnanti su uno dei lidi più frequentati della città napitina

Le condizioni nelle quali versano alcune delle spiagge più significative del Vibonese non sono certamente all’altezza della fama di cui gode il territorio, raggiunto in questo periodo dell’anno da decine di migliaia di turisti. Rifiuti di ogni genere abbandonati, cumuli di spazzatura sulla sabbia, una sorta di trofeo al centro della spiaggia, i “resti” dei falò serali fanno da squallida cornice all’arrivo di tanti visitatori attratti dallo splendore delle coste. Un ultimo esempio a Pizzo Calabro. La città che insieme a Tropea è indubbiamente la più ricercata in questa stagione, si trova a dover fare i conti, in questi giorni, sulla spiaggia denominata il Campo, dove sono tantissime le famiglie e i bambini, talvolta anche in tenera età, a ritrovarsi per fare il bagno, con cumuli di immondizia di ogni genere. Le foto scattate nella giornata ne costituiscono la testimonianza ed impongono al Comune, pur commissariato, una maggiore attenzione anche nella repressione degli incivili. Altrimenti, di turisti, e non per il Covid, Pizzo ne vedrà sempre meno.