‘Ndrangheta nel Vibonese, al via “Imponimento”: in 69 a processo con rito abbreviato

Iniziata nella giornata di ieri la requisitoria del pm della Dda di Catanzaro, Antonio De Bernardo, che ha parlato anche del boss Rocco Anello

Sono 69 gli imputati del processo “Imponimento“, l’inchiesta della Dda di Catanzaro che ha riguardato principalmente la cosca “Anello-Fruci” di Filadelfia, che sono stati ammessi al rito abbreviato dopo averne fatto richiesta: il procedimento giudiziario sarà più veloce e, in cambio, otterranno uno scontro di pena. Il via è stato dato ieri, mercoledì 28 luglio, nell’aula bunker di Lamezia Terme.

Per tutta la giornata giudici e avvocati hanno ascoltato l’inizio della requisitoria della Dda di Catanzaro, rappresentata in udienza dal pm Antonio De Bernardo, che si è incentrata principalmente sulla figura del boss della cosca, Rocco Anello, e di alcune persone a lui vicine.

LEGGI ANCHE | ‘Ndrangheta nel Vibonese, in 147 a processo in “Imponimento” (NOMI)