Mini discariche a Vibo Marina, la denuncia in Consiglio: “Cinghiali e topi ci invadono” (VIDEO)

Il consigliere Soriano (Pd): “I turisti pensano che siamo un immondezzaio”. Il sindaco Limardo: “Abbiamo pulito tante volte, stiamo cercando di risolvere il problema definitivamente”

Nel Consiglio comunale di Vibo Valentia di questa mattina il consigliere Stefano Soriano, del Partito Democratico, ha presentato un ordine del giorno urgente in merito alla numerosa spazzatura abbandonata presente nella frazione marina, all’entrata dell’ex cementificio. “Ho proposto questo ordine del giorno già il 25 marzo, sono passati 4 mesi e non dico che non si è fatto niente perché c’è il protocollo con il Corap, c’è l’impegno, però quella strada ha ancora necessità di una pulizia immediata“. Evidenziando che “ci sono cinghiali e topi, stanno invadendo le case: i turisti pensano che siamo un immondezzaio“.

“È una cosa che questa Amministrazione eredita ma che non ha mai risolto. È colpa degli incivili – continua il consigliere Soriano – ma non ci sono ancora le telecamere. Continuiamo con il rimpallo di responsabilità o prendiamo di punta questa situazione insostenibile?”.

“La competenza su quella strada non è del Comune – ha spiegato l’assessore all’Ambiente Vincenzo Bruni – lo è in ultima analisi. La competenza è del Corap (Consorzio Regionale per lo Sviluppo delle Attività Produttive, ndr). Dobbiamo procedere e lo faremo, ma il Comune interviene in danno”. Spiegando che sono stati ridotti i conferimenti nella discarica di Catanzaro e quindi, per pulire le strade di competenza del Corap, è stato necessario trovare soluzione alternativa, forse in una discarica di Reggio, e “nei prossimi giorni appena, avremo una risposta, inizieremo a pulirle e in 10-15 giorni concluderemo“.

Il Consiglio comunale ha poi respinto l’urgenza della questione, con 2 voti favorevoli e 15 contrari. A spiegare le ragioni il sindaco Maria Limardo che ha specificato: “Come Amministrazione abbiamo preso in considerazione la problematica per risolverla definitivamente, abbiamo più volte fatto la pulizia ma in maniera completamente inutile con un costo ulteriore che va a riversarsi sui cittadini, ora procederemo per una soluzione definitiva“.