Green pass, ok al decreto / IL PDF. Dal 6 agosto per bar e ristoranti, soltanto al chiuso e al tavolo

Definiti i parametri delle terapie intensive per i cambi di colore delle Regioni. Pass per palestre, teatri, stadi e concerti. Esenti i bambini. Discoteche chiuse

Roma, 22 luglio 2021 – Green pass obbligatorio ovunque ci siano assembramenti, compresi stadi e eventi, mentre con una sola dose di vaccino in tutti i luoghi al chiuso, come bar e ristoranti. Sono le questioni principali contenute nel nuovo decreto Covid, il documento approvato dal Consiglio dei ministri riunito nel tardo pomeriggio e che entrerà in vigore a partire dal 6 agosto. Le disposizioni non si applicano ai bambini e ragazzi esclusi per età dalla campagna vaccinale e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica.

Il testo del decreto legge conferma le anticipazioni uscite alla conclusione della cabina di regia riunita a Palazzo Chigi a inizio pomeriggio. Quindi dal 6 agosto entraranno in vigore le regole d’uso del green pass in bar e ristoranti: dovrà essere esibito solo al tavolo, se la consumazione avverrà all’interno del locale. Non all’aperto né tantomeno al bancone. Il pass in questione sarà valido già con una dose di vaccino, o in alternativa bisognerà dimostrare di aver fatto un tampone negativo nelle 48 ore precedenti o di essere guariti dal Covid nei sei mesi precedenti.

Servirà il ‘passaporto vaccinale’ per l’accesso a palestre, cinema e teatri, compresi gli spettacoli all’aperto, ma anche per sport di squadracentri termali, piscine, fiere, congressi concorsi. Mentre le discoteche restano chiuse: nessun ingresso quindi nei locali da ballo, neppure col green pass. Il green pass sarà necessario anche per entrare negli stadi e andare ai concerti. 
CONTINUA A LEGGERE QUI