Lorenzo Tosa e Ismaele La Vardera protagonisti dell’anteprima di “Valentia in festa”

La villa comunale di Stefanaconi ha ospitata la presentazione del libro di Tosa e la proiezione del film di La Vardera

Le tante iniziative in programma nella quarta edizione di Valentia in Festa, organizzato dall’associazione Valentia, hanno avuto la loro riuscitissima anteprima nella Villa Comunale di Stefanaconi. Tanti gli ospiti presenti. Da Lorenzo Tosa, giornalista e scrittore, che, nella classifica nazionale dei giornalisti più “social” è secondo solo al collega de “Il Fatto Quotidiano” Andrea Scanzi, ad Ismaele La Vardera, notissimo inviato de Le Iene.

Il primo ha presentato il suo libro “Un passo dopo l’altro”, un romanzo, estremamente interessante, incentrato su un viaggio ideale nell’Italia che resiste nonostante tutto. Edito da Mondadori, il libro ha dato spunto ad una profonda riflessione su temi di stretta attualità. Dopo la presentazione del libro di Tosa, la proiezione del docufilm “Il sindaco”, firmato da Ismaele La Vardera, alla presenza dei protagonisti, lo stesso La Vardera e la madre, è stata la premessa per poi confrontarsi in un dibattito finale, attorno ad una tavola imbandita con prodotti tipici locali e pane caldo di Stefanaconi, sfornato per l’occasione dal forno pubblico comunale. Un conviviale momento di confronto che ha visto anche la partecipazione, oltre che del sindaco padrone di casa, Salvatore Solano, dei sindaci di Gerocarne e Mileto, Vitaliano Papillo e Salvatore Fortunato Giordano. Il film, tratto da una storia vera, racconta in presa diretta le vicissitudini della campagna elettorale per le comunali di Palermo da punto di vista di Ismaele La Vardera, candidato a sindaco di Palermo. Tra promesse di voti del boss mafioso in cambio di soldi, ingerenze e strategie elettorali di alcuni politici siciliani e nazionali, il film offre uno spaccato impietoso di quanto sia inquinata la politica e di quanta pochezza morale ed intellettuale contamini il sistema.

A chiusura della kermesse culturale non potevano mancare i ringraziamenti del sindaco Salvatore Solano ai ragazzi dell’Associazione Valentia e al presidente Anthony Lo Bianco: “Questa bellissima pagina di cultura – ha detto il primo cittadino – è stata possibile grazie al lavoro che da anni svolge questa straordinaria associazione. Non è vero che in Calabria non può esserci speranza. Il nostro impegno, quello di questi ragazzi e di tante altre persone di buona volontà, può essere un raggio di luce nel buio pesto che contamina ogni aspetto della vita sociale, culturale, economica e politica del paese”.