Il personaggio | Il regista Mario Vitale: “Ho realizzato un mio sogno” (VIDEO)

Il giovane regista racconta le emozioni di aver girato il suo primo film “L’afide e la formica”, con Beppe Fiorello, nella sua Lamezia Terme

“Era il mio sogno poter girare il mio primo film nella mia città e riuscirsi è stata un’emozione indescrivibile”. Un sogno diventato realtà quello del regista lametino Mario Vitale che, dopo una serie di corti di successo come “Al giorno d’oggi il lavoro te lo devi inventare” o “Prenditi cura di me”, ha realizzato il suo primo lungometraggio “L’afide e la formica” interamente a Lamezia Terme. Due mesi circa di lavoro serrato per le vie della città, trasformata in un set a cielo aperto per raccontare la storia di Fatima, un’adolescente musulmana, la cui determinazione e vitalità finisce per contagiare un ex maratoneta (interpretato da Giuseppe Fiorello) tanto da decidere di allenarla per farle vincere la sua corsa più importante, quella della vita. Il cast, oltre a Giuseppe Fiorello, ha visto protagonisti altri volti noti come Valentina Lodovini e alcuni tra i più talentuosi e promettenti attori calabresi. L’uscita del film è prevista per l’autunno. A parlarcene e raccontarci le sue emozioni è stato lo stesso giovane regista lametino.