Lacrime da statua Madonna nel Vibonese, analisi confermano: “Non è sangue”

Il sindaco Pasquale Farfaglia pronto ad interpellare la Curia e l’Arpacal per andare fin in fondo. Non si esclude che possa essere ugualmente un evento straordinario, come pure che si sia trattato di una bravata

Non è sangue il liquido fuoriuscito dagli occhi della statua della Madonna che si trova a San Gregorio d’Ippona nel Vibonese. E’ questo il responso, ancora informale delle analisi effettuate presso il Laboratorio Salus-Mangialavori di Vibo Valentia. Ad ogni  modo, tutto questo non significherebbe che sia escluso un evento straordinario e per alcuni aspetti inspiegabile. Infatti, il sindaco di San Gregorio Pasquale Farfaglia, dopo aver fatto apporre i sigilli all’area interessata, è pronto ad andare fino in fondo per capire l’origine dello stranissimo fenomeno osservato due giorni addietro. Infatti, lunedì mattina il primo cittadino prima consulterà la Curia Vescovile, subito dopo, da quanto è dato sapere, si rivolgerà all’Arpacal che dovrà esaminare nuovamente il liquido, chiarendo di che sostanza si tratti. Intanto, la comunità continua a rimanere in apprensione. Tra le ipotesi, tuttavia, non se ne può al momento escludere alcuna. Nemmeno che si sia trattato di una bravata.

LEGGI ANCHE | Madonna con “lacrime di sangue” a San Gregorio d’Ippona: il video delle analisi e le ipotesi (VIDEO)
LEGGI ANCHE | La Madonna e le “lacrime” di sangue a San Gregorio d’Ippona: “Non penso sia una bravata” (VIDEO)
LEGGI ANCHE | Incredulità a San Gregorio d’Ippona, statua della Madonna “piange” sangue (FOTO)