Diociottenne morta a Genova dopo il vaccino, soffriva di una malattia autoimmune

Gli investigatori vogliono ora capire se le due patologie fossero state indicate nella scheda consegnata prima della somministrazione del vaccino

Soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva una doppia terapia ormonale Camilla Canepa, la ragazza di 18 anni morta a Genova dopo la vaccinazione volontaria con AstraZeneca. Gli investigatori, che indagano per omicidio colposo, vogliono ora capire se le due patologie fossero state indicate nella scheda anamnestica consegnata prima della somministrazione del vaccino, il 25 maggio.