Crisi idrica sul territorio calabrese, menzione speciale per il lavoro dell’Iti-Itg di Vibo

Al progetto, cui hanno preso parte 214 scuole, l’istituto guidato da Maria Gramendola ha presentato un progetto sull’ingegnerizzazione della rete idrica

Sono stati proclamati nei giorni scorsi i vincitori del progetto “A Scuola di OpenCoesione” (ASOC). Un percorso di didattica innovativa su open data e data journalism che quest’anno ha coinvolto 214 team-classe di scuole superiori in tutta Italia, finalizzato a promuovere e sviluppare, attraverso attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici europei e nazionali, principi di cittadinanza attiva e consapevole.

Il concorso ha registrato l’impegno di un gruppo di giovani studenti, coordinato dalla prof.ssa Irene Sgrò, dell’Istituto Superiore Itg-Iti di Vibo Valentia che ha presentato un progetto dal titolo: “Ingegnerizzazione della rete idrica urbana e manutenzione straordinaria per la riduzione delle perdite”. Attraverso questo lavoro il team-classe “H2O”, composto dagli alunni di quarta e quinta dell’indirizzo “Chimica, materiali e biotecnologie”, ha denunciato la crisi idrica presente sul territorio calabrese, indicando soluzioni innovative per risolvere l’annoso problema delle perdite idrauliche delle reti pubbliche.

Di fatto, l’Istituto Superiore Iti-Itg di Vibo Valentia guidato dal dirigente Maria Gramendola si è particolarmente distinto, ricevendo dalla Commissione di valutazione di ASOC2021, composta da rappresentanti delle Istituzioni e delle organizzazioni partner del progetto, oltre a esperti di data analysis, policy analysis e comunicazione, una preziosa “Menzione Speciale” per la rilevanza tematica, per la qualità e l’efficacia del monitoraggio civico e per aver saputo mettere in luce una questione di notevole interesse ambientale, quale la tutela delle risorse idriche.