Voto a distanza per i fuori sede, promossa una maratona di interventi

Vi parteciperanno esponenti della politica nazionale, della società civile, del giornalismo e rappresentanti degli italiani all’estero

Sabato 12 giugno, a partire dalle ore 10:00, sulle pagine social delle associazioni componenti la Rete nazionale #VotoSanoDaLontano avrà luogo l’evento “Voci unite per il diritto di voto a distanza”. Si tratta di una maratona di interventi che vedrà coinvolti parlamentari di diversi schieramenti, costituzionalisti, esponenti di partiti e realtà politiche nazionali, amministratori locali, rappresentanti del sindacato, del mondo dell’antimafia, dell’associazionismo coinvolto nella Rete, o simpatizzante, giornalisti e rappresentanti degli italiani residenti all’estero.

A questi, si uniranno anche le figure istituzionali della presidente del Consiglio nazionale dei Giovani, Maria Cristina Pisani, e del presidente del Consiglio nazionale degli Studenti Universitari, Luigi Leone Chiapparino. L’iniziativa sarà anche trasmessa in diretta streaming sul sito di Radio Radicale. “L’obiettivo di questa maratona – viene spiegato in una nota –  è quello di puntare i riflettori mediatici sulla stasi che si è venuta a creare dopo il niet del Viminale alle proposte in discussione alla Camera dei Deputati, circa la possibilità di poter votare a distanza già dalle prossime elezioni autunnali. Non si può, non si dovrebbe essere costretti a scegliere tra il diritto costituzionale al voto e quello, fondamentale, alla salute. Il Ministero dell’Interno ci sta costringendo a dover operare questa scelta, sprecando, ancora una volta, quella che potrebbe in realtà essere un’opportunità di allargamento della base elettorale effettiva. Insomma – conclude la nota –   una nuova attuazione del suffragio universale nei confronti dei circa tre milioni di elettori ed elettrici in mobilità, secondo quanto certificato dall’Istat”.