Vibo, Lega: “Bene lavori nelle scuole, ma non si interrompano le lezioni”

Il coordinatore comunale, De Pinto, pone l’accento sulla mancata individuazione di sedi alternative alla ripresa delle lezioni a settembre

“Abbiamo appreso l’avvio di imminenti lavori di adeguamento sismico nelle scuole di Vibo Valentia. Tra questi sono previsti, in quanto già appaltati, i lavori di messa in sicurezza e adeguamento del plesso scolastico di piazza Municipio, che ospita la ‘Don Bosco’ e la ‘Garibaldi’. All’Amministrazione comunale va il plauso per avere intercettato e messo a disposizione della comunità i finanziamenti che renderanno le scuole cittadine più sicure. Ci pare di capire, però, che al momento non sono state individuate sedi alternative per ospitare, alla ripresa delle lezioni a settembre, la numerosissima popolazione scolastica”. E’ quanto afferma De Pinto, coordinatore comunale della Lega di Vibo Valentia.

“Secondo quanto appreso – continua – nonostante sia già stata manifestata la possibilità di uno sgombero immediato, entro la fine del corrente mese, pare che l’Amministrazione comunale non abbia ancora individuato soluzioni che consentano agli alunni di frequentare in presenza le lezioni e dunque, in grado di garantire il diritto allo studio. Dopo due anni tra lockdown e Dad è fondamentale che gli alunni delle scuole possano frequentare con regolarità le lezioni. Per questo motivo – conclude – pur ritenendo necessari e doverosi gli interventi, chiediamo all’Amministrazione comunale, prima di dare il via ai lavori, di individuare con urgenza le sedi alternative da utilizzare per ospitare temporaneamente le scuole interessate. Il patrimonio edilizio del Comune può in questo momento tornare utile (pensiamo ad esempio all’ex convento dei Gesuiti, ex scuola media Bruzzano) per consentire il normale svolgimento dell’attività didattica. Come Lega siamo disponibili ad un incontro per dare il nostro contributo alla soluzione del problema”.