Vicenda Corap: proclamato lo sciopero dei lavoratori per il 23 giugno

I sindacati lamentano il mancato rispetto degli impegni assunti dall’assessore Fausto Orsomarso e l’assenza nelle trattative sindacali del presidente facente funzioni

Nuovo sviluppo sulla vertenza del Corap: le segreterie regionali Cgil Fp, Cisl Fp, Uil Fpl, Findici ora dichiarano lo sciopero dei lavoratori per il 23 giugno 2021.

“E’ il risultato di esiti fallimentari – si legge nella nota – di numerosi tentativi, per l’individuazione di una soluzione per comporre la vertenza relativa alla complessa situazione di insolvenza in cui versa il Corap, che si sta ripercuotendo sia sui livelli retributivi dei lavoratori sia sul loro futuro occupazionale. E in più, si è aggiunto il mancato rispetto degli impegni presi dall’assessore, Fausto Orsomarso e della mancata presenza nelle trattative sindacali del presidente facente funzioni”.

Alessandra Baldari (Fp Cgil), Luciana Giordano (Cisl Fp), Elio Bartoletti (Uil Fpl) Filippo Zisa (Findici), Aldo Libri (Sul), Giovanni Arconte (Ugl) hanno comunicato ai prefetti che è stato richiesto alla direzione del Corap, fin da adesso, un urgente incontro per definire e sottoscrivere un protocollo d’intesa sulla garanzia dei livelli minimi essenziali dei servizi di depurazione insistenti sulle due province di Vibo Valentia e di Crotone, gestiti dall’Ente.

“Fino alla data del 23 Giugno – continua la nota i lavoratori manterranno la mobilitazione con ogni forma di protesta prevista dal vigente sistema di relazioni sindacali e, nella stessa giornata del 23 giugno, dalle ore 11.00 fino a cessate esigenze, si terrà un sit-in dei dipendenti del Corap nella Piazza San Francesco da Paola della cittadella regionale della Calabria”. La proclamazione dello sciopero è stata comunicata al commissario straordinario, Renato Bellofiore, ai prefetti e questori di tutte le province calabresi, alla Commissione di Garanzia per l’esercizio del diritto di sciopero, al presidente della Giunta Regionale Antonino Spirlì, all’assessore all’ Ambiente Sergio De Caprio, all’assessore al Lavoro, Sviluppo economico e turismo, Fausto Orsomarso e al direttore generale Dipartimento Lavoro-Formazione e Politiche Sociali nella qualità di organo vigilante sul Corap.