Regionali, Salvini smorza i toni. Prima parola a FI (VIDEO)

“Ne parlerò con tutti gli altri e a giorni arriveranno non il nome ma i nomi perché la Calabria non ha bisogno di un Governatore ma ha bisogno di una squadra”

Matteo Salvini fa il punto della situazione. Nel corso degli stati generali della Lega in corso di svolgimento a Zambrone il leader del Carroccio interviene sul nodo candidato per le prossime Regionali: “Innanzi un pensiero a Jole Santelli, perché se ci sono elezioni anticipate è perché il buon Dio ha deciso che sia così e quindi vedremo di portare avanti e con onore quello che Jole ha iniziato. Poi siamo una squadra, decideremo come squadra nei prossimi giorni. Io vi posso dire – afferma – che sono orgoglioso del lavoro che Nino Spirlì, e tutte le donne e gli uomini della Lega, in Comuni e Regioni stanno facendo perché hanno portato la Calabria fuori dall’emergenza sanitaria in maniera eccezionale. Adesso bisogna vincere anche sul piano dell’economia, dei giovani e del lavoro. È chiaro che ne discuteremo assieme agli altri alleati, se facciamo e se propongo la squadra a livello nazionale, squadra deve essere anche a livello locale. Ne parlerò con tutti gli altri e a giorni arriveranno non il nome ma i nomi perché la Calabria non ha bisogno di un Governatore ma ha bisogno di una squadra. Il fatto che il candidato precedente fosse di Forza Italia va tenuto in considerazione“.

Salvini è convinto del peso della Lega nelle scelte della coalzione specie in Calabria dove dice: “I calabresi ci hanno scelti e ci hanno votato, qui c’è un presidente della Lega e ho l’ambizione che in Calabria la Lega sia il primo partito“.

Quanto alla sinistra, Salvini non risparmi critiche: “Noi proponiamo valori, progetti, progetti di legge, emendamenti e iniziative comuni, da sinistra solo tasse, tasse e tasse. I calabresi non hanno bisogno di un fallito sindaco di Napoli. Va via da Napoli perché non lo vogliono vedere neanche i napoletani e va in televisione a spiegare ai calabresi come devono stare al Mondo. La Calabria non è merce di scambio.”