Il libro e la scuola calabrese si incontrano in rete con Gutenberg 18

Al via il lungo programma di incontri aperto dalla lectio magistralis del genetista Boncinelli

Il mondo del libro e la scuola calabrese, in epoca covid, si incontrano sulla rete grazie al Progetto Gutenberg. Si è aperta, infatti, la 18esima edizione della Fiera del libro, della multimedialità e della musica che, fino al prossimo 1 giugno, proporrà una lunga serie di dibattiti in streaming e webinar con scrittori, studiosi ed esperti di fama nazionale chiamati ad interloquire sul tema “Homo Sapiens? Fragile Civiltà”.

Gli obiettivi e i propositi dell’iniziativa sono stati sintetizzati da Armando Vitale, Presidente dell’Associazione Gutenberg Calabria, Elena De Filippis, Dirigente del Liceo Classico Galluppi di Catanzaro, e Rosetta Falbo, Dirigente dell’istituto comprensivo “Mater Domini” di Catanzaro e coordinatrice della sezione ragazzi. “Il filo conduttore delle nostre discussioni è quello della fragilità, rivelata dalla pandemia, rispetto alla quale dobbiamo reagire con gli strumenti dell’intelligenza, con un approccio multidisciplinare, spingendo la scuola calabrese sui sentieri della qualità, del più ampio dialogo e delle idee”: così Armando Vitale ha presentato il programma di Gutenberg 18, proprio a distanza di pochi giorni dalla proclamazione di Vibo Valentia a Capitale italiana del libro. Gilberto Floriani, Direttore del Sistema Bibliotecario Vibonese, ha evidenziato l’importanza di “una grande sfida, condivisa in sintonia con Gutenberg, su cui è necessario lavorare, insieme alle amministrazioni, per uscire dalla retorica autoreferenziale della cultura e guardare a quello che manca al nostro territorio. In una regione che soffre ancora una diffusa povertà educativa e si attesta in fondo agli indici di lettura, è necessario portare i libri nella vita delle persone fin dalla nascita, sostenendo quei luoghi, come le biblioteche, che rivestono un ruolo fondamentale”.

La prima giornata si è aperta con la lectio magistralis di Edoardo Boncinelli, uno dei maggiori genetisti italiani, che ha presentato in anteprima alcuni temi del suo nuovo libro “Che cosa abbiamo nella testa?” in uscita nei prossimi giorni. Tra i tanti incontri della giornata d’apertura anche quello con lo scrittore calabrese Mimmo Gangemi; con Mauro Novelli, vicepresidente del Centro Nazionale Studi Manzoniani; con Silvia Demozzi, pedagogista, e con Stefano Rossi, tra i massimi esperti italiani nella formazione di insegnanti e genitori.