La banca trasferisce i conti da Vibo a Tropea e i correntisti si vedono rifiutato il prelievo

Alcuni clienti dell’ex Ubi Banca di Corso Vittorio Emanuele III hanno scoperto la notizia solo dopo aver provato invano a prelevare contanti

Fastidiosa disavventura quella capitata a diversi correntisti della ex Ubi Banca di corso Vittorio Emanuele III a Vibo Valentia, oggi Intesa San Paolo. Alcuni di loro, nello scorso fine settimana, hanno provato invano ad effettuare dei prelievi dallo sportello bancomat ma si sono visti rifiutare la transazione. Lunedì mattina sono stati, così, in tanti a recarsi presso la sede per chiedere informazioni, è stato addirittura necessario l’intervento delle forze dell’ordine per evitare che si creassero assembramenti.

Ancora più beffarda la motivazione del disguido. A quanto pare i conti correnti bancari degli ignari clienti sarebbero stati trasferiti nella sede di Tropea, i conti sarebbero quindi stati chiusi a Vibo e riaperti a 30km di distanza senza nessuna comunicazione per i correntisti. I conti sarebbero stati trasferiti per via di un ulteriore passaggio di acquisizione bancaria. Ubi Banca è stata infatti acquisita da Intesa San Paolo che però abbia ceduto le sedi di Vibo Valentia, di Serra San Bruno e di Pizzo alla Banca Popolare di Puglia e Basilicata, comportando quindi, nuovi disservizi per i clienti ai quali non è stata inoltrata alcuna comunicazione.