Sedicente maga minaccia minore, aggravamento della misura per una 44enne

Il fatto è successo a Cosenza dove una donna, già ai domiciliari, continuava attraverso i social a minacciare una minore

La Squadra Mobile di Cosenza ha dato esecuzione all’Ordinanza di sostituzione di misura cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale Ordinario di Cosenza su richiesta della locale Procura della Repubblica, a carico di una donna di origine serba 44enne, attualmente sottoposta alla misura degli arresti domiciliari, ritenuta responsabile di reiterate trasgressioni alle prescrizioni imposte dalla predetta misura come, tra le altre, quella di non comunicare, in ogni modo, con persone diverse da quelle che coabitano con lei.

In particolare, le indagini hanno permesso di ricostruire le ripetute condotte poste in essere dalla donna, la quale nonostante fosse sottoposta alla misura cautelare degli arresti domiciliari, comunicava attraverso i social network, continuando, in modo spregiudicato ed imperterrita , a richiedere somme di denaro alla vittima predestinata, minore, facendole credere di essere vittima di “sortilegi” in grado di mettere a rischio la sua vita e quella dei suoi familiari, asservendola del tutto alle sue volontà. Le indagini hanno consentito l’emissione in brevissimo tempo dell’aggravamento della misura cautelare.