Superlega a rischio: sei squadre pronte a “ritirarsi”. Scioglimento forse nella notte

Le inglesi pronte al passo indietro, il Barcellona farà votare i soci, l’Atletico Madrid vacilla

La Superlega forse è finita prima ancora di iniziare. Le forti proteste dei tifosi, il dissenso dei giocatori, i media e le istituzioni politiche e sportive (che hanno minacciato ritorsioni) completamente contrarie all’idea di un torneo ‘per ricchi’ hanno fatto vacillare le certezze della metà dei club fondatori. Il presidente del Manchester United, uno dei 3 principali fondatori del torneo insieme ad Agnelli (Juventus) e Perez (Real Madrid) si è dimesso. I ‘Red Devils’, insieme al Manchester City e all’Arsenal starebbero pensando di lasciare il torneo. Il Chelsea avrebbe già pronte le carte per adire le vie legali. Il Barcellona è pronto a far votare i soci l’eventuale uscita del club, mentre anche l’Atletico Madrid non è più convinto della sua permanenza. Convocato per questa sera, ore 23:30, un meeting fra le squadre fondatrici per parlare della possibilità di sciogliere il progetto sul nascere.