Aggredì un medico con un cacciavite, condannato a sette anni

La sentenza della Corte di Cassazione mette la parola fine sulla vicenda nella quale si era distinto per il suo coraggio un venditore ambulante che aveva evitato il peggio

Sette anni di reclusione. Questa la condanna definitiva inflitta dalla Corte di Cassazione a Luigi Amoruso, per il tentato omicidio di una dottoressa avvenuto a Crotone nel dicembre del 2018.
L’uomo si scagliò contro Maria Carmela Calindro che era appena uscita dall’ospedale e stava aprendo la sua auto per tornare a casa. E la colpì per sedici volte con un cacciavite causandole ferite all’addome, al collo, alle braccia e alla testa.

L’intervento di un venditore ambulante, Mustapha El Aoudi evitò che la dottoressa potesse essere uccisa. Mustapha El Aoudi si lanciò sull’aggressore e riuscì a farlo desistere. A quel punto intervennero anche dei poliziotti in borghese che erano sul luogo e Amoruso fu arrestato. Per quel suo gesto Mustapha El Aoudi è stato nominato cavaliere della Repubblica dal presidente Sergio Mattarella.